Logo della pagina principale del sito Agi On Line

“Calciodi... Beneficenza!”

Le pagelle!

Experia NPS - GulliLibero FT
Santo Polimeni- Chiamato a sostituire in corsa l'ottimo Enrico Leotta, costretto a letto da un attacco di iperpiressia, vigila i pali con tranquillità facendosi trovare pronto nelle (poche) occasioni pericolose. Mario Cavallaro prova a scuoterlo con un corpo a corpo ma lui, anche senza occhiali, non cede di un centimetro. Roccia.

Andrea Polimeni- Cos'altro dire di Andrea il Grande? Come un X - Man si materializza improvvisamente tra avversario e pallone sradicandogli la sfera dai piedi e facendo ripartire immediatamente l'azione con l'autorevolezza di un Napoleone a cavallo. Maestoso.

Giorgio Polimeni- E' sempre prodigo di consigli per i compagni, macina chilometri lungo tutto il campo, aiuta un po' la difesa e un po' l'attacco con i suoi passaggi intelligenti e i suoi blitz da vietcong. Quando si sgancia in avanti lascia qualche spazio ma con gente come Andrea e Aldo se lo può permettere. Maratoneta.

Aldo Spano- Ottimo luogotenente di Andrea, vigila senza sbavature il settore sinistro dell'oppidum. Puntuale negli interventi e mirabile per senso della posizione, assomma la tenacia e la concretezza di Lisandro e l'acume tattico di Annibale. Baluardo.

Tiziano Polimeni- Ingiudicabile, gioca pochi minuti a risultato ampiamente acquisito. Le qualità ci sono, ma bisogna metterle alla prova. Da rivedere.

Rosario Grasso- Il solito, incommensurabile, prodigioso faro del centrocampo: grande tecnica, corsa , dribbling, passaggio illuminante, tiro potente e preciso… da cineteca il suo secondo gol, un tiro in corsa di controbalzo che si infila nel sette. Se capitalizzasse tutte le occasioni che si procura sarebbe un E.T. Marziano.

Sergio Polimeni- Come mercurio, ha le ali ai piedi. Imprendibile, corre più veloce del pallone: con i suoi inserimenti taglia in due le difese e ubriaca gli avversari, sembra che sotto i suoi piedi si muova anche il campo! Per fermarlo non basterebbe una fucilata dalla panchina. Flash Gordon.

Vittorio Motta- Negli incontri 7 contro 7 si dispone come attaccante di sinistra, partendo spesso da dietro. Ed è letale: segna tanti goal (uno è un secco colpo di biliardo che da posizione defilata si insacca dietro il secondo palo), dialoga spesso con i compagni di reparto cercando prima l'intesa con Stefano e poi con Sergio, le cui sovrapposizioni sulla fascia riconciliano con la bellezza del calcio. Tornado.

Stefano Grasso- Si mette al servizio della squadra, lotta e corre per quattro, apre varchi, offre due assist, segna, e potrebbe segnare ancora… peccato che è sempre un po' frettoloso, ma è in crescita. Un leone.

Angelo Sant'Angelo- Reduce da un lungo periodo di inattività, si arrangia come può lottando con il pallone tra i piedi. Compensa la scarsa mobilità con un fiuto della porta notevole (segna tre goal), ma può fare di più, molto di più. Fuciliere.


Pagelle a cura di Sebastiano Scavo
Torna alla pagina dell'evento

Contatta il webmaster. Team per l'accessibilità ASIC.Supportaci