GulliLibero

Società e Attualità => Periscopio => Topic iniziato da: ..:: Dioscuro ::.. su 01 Giugno 2007, 10:48:34



Titolo: Lo spinello assassino
Post di: ..:: Dioscuro ::.. su 01 Giugno 2007, 10:48:34
Avrete sentito parlare in questo periodo del giovane torinese che è morto in classe dopo aver fumato, durante la ricreazione, uno spinello con tracce di crack.
Il ministro Turco ha immediatamente proposto le ispezioni dei Nas nelle scuole, Fioroni mantiene ancora il silenzio...
Neanch'io fumo e bevo, però sono certo che in questo momento in Italia si stia cercando di creare volutamente una psicosi collettiva. La questione del ragazzo morto in classe viene utilizzata dai media per scopi politici, e gli esperti stanno lasciando fare, perchè chiunque tra loro sa che uno spinello non sortisce quell'effetto.
Ma stanno volutamente lasciando cadere tutti in questa convinzione... un po' come quando ci fu la grande "epidemia" (mediatica) dell'aviaria... e nessuno comprò più pollo...


Titolo: Re: Lo spinello assassino
Post di: RHCP su 01 Giugno 2007, 11:04:30
Benissimo Paolo..hai iniziato un argomento a me caro..pensavo proprio la stessa cosa..e mi faceva rabbia sentire nei telegiornali.."morto dopo aver fumato marjuana.."..non si muore con uno spinello..credo e spero che molti di voi lo sappiano..il ragazzo è morto xkè ha fumato crack..quello si che fa male..il crack è pasta di cocaina..da una dipendenza assoluta..ed è 10 volte più potente della cocaina pura in polvere..stanno facendo un bombardamento mediatico su una cosa scomoda..questi finti moralismi sono a dir poco scandalosi..che sia chiaro..l'erba non fa male..il male è non legalizzarla e lasciare questo traffico di miliardi di euro in mano alla mafia..piuttosto in tv invece di fare puntate di otto e mezzo su Agnelli e sulla sua sfortuna (tu guarda che paradosso)..facciano delle puntate dove parlino di: Quanta cocaina si è tirato il beneamato Gianni?..e quanta se ne tira ancora il nipotino Lapo?..ma per favore va..


Titolo: Re: Lo spinello assassino
Post di: Storm su 01 Giugno 2007, 13:33:30
preferibilmente meglio farselo dopo la scuola.....


Titolo: Re: Lo spinello assassino
Post di: angelo su 01 Giugno 2007, 13:43:21
preferibilmente meglio farselo dopo la scuola.....
preferibilmente meglio NON farselo...


Titolo: Re: Lo spinello assassino
Post di: Storm su 01 Giugno 2007, 13:56:51
preferibilmente meglio farselo dopo la scuola.....
preferibilmente meglio NON farselo...
libero arbitrio....


Titolo: Re: Lo spinello assassino
Post di: helveticus su 01 Giugno 2007, 14:03:39
che sia chiaro..l'erba non fa male..

:icon_scuoti:
Hai letto quello che scrive il "New England Journal of Medicine" riguardo agli effetti del tetraidrocannabinolo sui neuroni e sulle cellule cerebrali?

Signori, non esiste un diritto a drogarsi. "Leggera" o "pesante" che sia, è sempre merda.


Titolo: Re: Lo spinello assassino
Post di: Estragone su 01 Giugno 2007, 14:26:05
concordo per buona parte con quello che dice ezio e idem cn qll che dice helveticus....la marjuana fa male...d'accordo...ma cmq non è un demone,non bisogna fare una moderna caccia alle streghe per tentare di risolvere la situazione,bisognerebbe avviare un programma di informazione tramite i media e dire cosa realmente porta il fumare,bisognerebbe far si che la gente conosca realmente gli effetti e le differenze delle varie droghe leggere e pesanti.
Detto ciò però sono per la legalizzazione delle droghe leggere,ma sl x maggiorenni,così come dovrebbe essere per sigarette ed alcolici,mali analoghi e probabilmente...anzi sicuramente peggiori ma legali,ognuno è libero di far qll che vuole per migliorare la propria vita apparentemente finchè non danneggia effettivamente gli altri.
tutto ciò non vale per le droghe diverse dalla marjuana,veri mali da combattere,realmente deleteri e letali per l'organismo.


Titolo: Re: Lo spinello assassino
Post di: angelo su 01 Giugno 2007, 14:57:50

Signori, non esiste un diritto a drogarsi. "Leggera" o "pesante" che sia, è sempre merda.
d'accordissimo con te...


Titolo: Re: Lo spinello assassino
Post di: RHCP su 01 Giugno 2007, 16:01:33
Angelo..ed Helveticus..io posso capire il vostro discorso xk cmq la marjuana e sempre una droga..qnd nn è la cosa piu salutare di questo mondo..ma credetemi..fa piu male bere alcolici che fumarsi uno spinello al giorno..e io ne sono la prova vivente..venitemi a guardare la pancia e ve ne accorgerete..


Titolo: Re: Lo spinello assassino
Post di: ..:: Dioscuro ::.. su 01 Giugno 2007, 16:18:47
Certo, perchè l'alcool è una droga. L'alcool è un veleno per il nostro corpo, anche in piccole quantità e a prescindere dal suo gusto. Provoca gran parte degli incidenti stradali gravi, violenze in famiglia e gravi danni al sistema circolatorio e alle funzioni epatiche. Il fatto che abbia un background culturale legale non vuol assolutamente dire che sia meno nocivo sul consumatore e sulla società di tante altre sostanze che a causa di campagne politiche e mediatiche vengono maggiormente, ed inutilmente, temute.
Vietarlo non servirebbe, al massimo una buona campagna di sensibilizzazione. Il proibizionismo è inutile. Più dannosa dell'alcool c'è solo l'eroina, ripeto, e poche altre sostanze.

Coloro che muoiono a causa di altre droghe, nella maggioranza dei casi, lo fanno perchè la sostanza assunta è diversa da ciò che si credeva, per tagli fatti male o per scambio di sostanze, come nel recente caso di cronaca, in cui quel quindicenne aveva patologie cardiache, prendeva farmaci ma soprattutto ha fumato crack al posto di marijuana.

Ripeto, io non amo affatto l'idea che per divertirsi bisogna assumere sostanze, motivo per cui non lo faccio, ma tantomeno amo la disinformazione che spesso di fa. Ogni cultura ed ogni epoca hanno la loro storia relativa a sostanze psicotrope, ma il proibizionismo non serve se non a far crescere il sistema criminale.


Titolo: Re: Lo spinello assassino
Post di: Fdr su 01 Giugno 2007, 18:52:30
E' vero che per uno spinello non si muore... ma ragazzi tutte quelle mer** distruggono il cervello.. ho visto gente che sembra rincoglionita e non capisco qual piacere si provi... cmq per le droghe leggere penso anche io che vadano legalizzate (piu ke altro per evitare che le organizzazioni malavitose ne abbiano profitti)...


Titolo: Re: Lo spinello assassino
Post di: Lauri su 01 Giugno 2007, 23:54:07
Scusate se vado un po' off topic, ma le circostanze lo richiedono.
il male è non legalizzarla e lasciare questo traffico di miliardi di euro in mano alla mafia
cmq per le droghe leggere penso anche io che vadano legalizzate (piu ke altro per evitare che le organizzazioni malavitose ne abbiano profitti)...

Grottesco il principio che sta alla base di questi frasi. Si può essere favorevole per molti motivi alla legalizzazione delle droghe leggere, ma cerchiamo di riflettere sulle implicazioni del ragionamento: "rendere legale qualcosa di illegale per non far battere cassa ad associazioni mafiose". Bel modo di vedere la legalità, non c'è che dire.
Se domani rendessimo legale il commercio di droga, l'estorsione, la corruzione,lo sfruttamento della prostituzione , il riciclaggio, ecc ecc la mafia non avrebbe più ragione d'esistere, tutti potremmo fare "tutto" alla luce del sole. Ma vi sembra un buon modo per sconfiggere il fenomeno della criminalità organizzata? Le leggi esistono per essere rispettate e non vanno cambiate semplicemente perchè la gente non le rispetta. Se vogliamo che leggi cambino, trovandoci in una democrazia, possiamo votare rappresentanti politici che si pongano il cambiamento di determinate leggi come priorità del proprio progetto politico. Rendere legale qualcosa d'illegale solo per non far lucrare la mafia è un non-sense, un paradosso che non può essere accettato.


Titolo: Re: Lo spinello assassino
Post di: ..:: Dioscuro ::.. su 02 Giugno 2007, 00:59:37
Lauri il tuo discorso è giusto, ma accosti cose che non possono stare sullo stesso piano. La vendita di marijuana non può essere considerata come l'estorsione, il riciclaggio di denaro, lo sfruttamento alla prostituzione.
Si dà al mondo criminale il monopolio e l'occasione di arricchimento su un campo che non lo necessiterebbe affatto.

Se si applicasse il proibizionismo sull'alcool, come qualche decennio fa negli Usa, nascerebbe naturalmente il contrabbando di birra e vino, proprio come accadde allora. E non solo i consumi si manterrebbero uguali, ma diverrebbero ancora più insani e morbosi dato il loro carattere "proibito".


Titolo: Re: Lo spinello assassino
Post di: RHCP su 02 Giugno 2007, 11:20:21
Infatti il senso della mia affermazione riguarda proprio l'effetto che ha il proibizionismo sulla società..prendiamo la chicago degli anni 20..all'epoca vigeva il proibizionismo di alcool e di sigari..e la mafia dell'epoca sapete come campava?di contrabando..di sigari e whiskey..e di casinò..con l'abolizione del proibizionismo ci fu un duro colpo all'economia criminale..e il buisness mafioso si dovette spostare su altre cose illegali..quali appunto la droga..io credo fermamente che se legalizzassero l'erba si toglierebbe una buona fetta di mercato alla mafia..voi sapete quanto costa l'hashish in marocco..(paese dove si riforniscono)..??ecco la costa 20 volte di meno..con 10 euro ti riempiono una busta..e ti mettono roba pure di alto livello..arrivato in italia un cubettino di fumo costa da solo 10-20 euro in base al taglio..vi rendete conto del guadagno vero?pensate a quanti ragazzi ci sono che il sabato sera si fanno lo spinello e provate a pensare a quanti soldi ci girano in torno..se gli leviamo questo mercato dalle mani.. fumo costerà molto di meno..anche in termini di vite..(xk ricordiamoci che a Napoli si sparano tra loro x queste cose)..e poi sarebbe anche una buona entrata per lo stato..come per le sigarette..e magari tapperemo qlk buchetto..piuttosto che arricchire la mafia.. ************************


Post editato da Wlf


Titolo: Re: Lo spinello assassino
Post di: helveticus su 02 Giugno 2007, 12:04:30
Lauri il tuo discorso è giusto, ma accosti cose che non possono stare sullo stesso piano. La vendita di marijuana non può essere considerata come l'estorsione, il riciclaggio di denaro, lo sfruttamento alla prostituzione.

Perché? Sarebbe invece più comodo per lo Stato legalizzare la prostituzione, come hanno fatto recentemente in Germania, subordinando l'esercizio dell'attività di meretricio ad una concessione amministrativa (e potendo così introdurre tutela per una categoria lavorativa e, cosa forse ancor più importante, CONTROLLI SANITARI OBBLIGATORI), per un'attività che, nella sua esplicazione di rapporto carnale tra adulti consenzienti dietro pagamento di un compenso in denaro, non ha motivo di essere considerato reato se regolamentato. Si badi bene che quello che ho descritto non è "sfruttamento della prostituzione", quello è e deve continuare ad essere punito dalla legge.

Per la cannabis, devo ricordare che:
- la sua coltivazione è REATO;
- il suo spaccio è REATO;
- la sua raffinazione è REATO;
- il suo consumo di per sé non è reato, ma aumenta a dismisura le sanzioni in caso che vengano commessi reati sotto l'influsso psicotropo di codeste sostanze.

L'alcool è un discorso completamente differente: a parte il fatto che il suo commercio al dettaglio è regolamentato, e che l'altro ieri il cardiologo ha detto a mio padre che un bicchiere di vino rosso al giorno gli fa bene alla circolazione (e lo sta scrivendo un astemio convinto), esso non è minimamente comparabile a un principio attivo come il THC-3 che letteralmente BRUCIA la materia grigia.
L'alcool fa danno se se ne abusa; bella scoperta, anche la carne e lo zucchero, se se ne abusa, fanno venire gotta e diabete. La cannabis, invece, comincia a fare danno già dalla sua prima assunzione. Non confondiamo merda e cioccolata, per favore.


Titolo: Re: Lo spinello assassino
Post di: ..:: Dioscuro ::.. su 02 Giugno 2007, 12:58:44
Lauri il tuo discorso è giusto, ma accosti cose che non possono stare sullo stesso piano. La vendita di marijuana non può essere considerata come l'estorsione, il riciclaggio di denaro, lo sfruttamento alla prostituzione.

Perché? Sarebbe invece più comodo per lo Stato legalizzare la prostituzione, come hanno fatto recentemente in Germania, subordinando l'esercizio dell'attività di meretricio ad una concessione amministrativa (e potendo così introdurre tutela per una categoria lavorativa e, cosa forse ancor più importante, CONTROLLI SANITARI OBBLIGATORI), per un'attività che, nella sua esplicazione di rapporto carnale tra adulti consenzienti dietro pagamento di un compenso in denaro, non ha motivo di essere considerato reato se regolamentato.

Infatti secondo me sarebbe giusto così... la differenza è che la prostituzione (non lo sfruttamento alla prostituzione) così come il fumo non dovrebbero di essere reati, sempre secondo me.


Per quanto riguarda il discorso sul vino non sono d'accordo, o almeno non completamente, perchè a questo punto dovresti accettare anche la componente terapeutica della cannabis, documentata in ampia trattazione un po' ovunque. Lo stesso ministro della Sanità Turco, ha detto che si stanno avviando dei trattamenti e degli studi sempre più approfonditi, in Italia, a questo proposito perchè a volte i benefici sono molti, nell'epilessia, sclerosi multipla, anoressia, asma, ecc, con conseguenze molto meno gravi, anche in termini di dipendenza, di certe pillole che si trovano in farmacia, legalissime ma che spesso rovinano le vite delle persone (vedi Valium, Xanax, Prozac e Diazepam in generale).


Titolo: Re: Lo spinello assassino
Post di: helveticus su 02 Giugno 2007, 13:55:14
Lauri il tuo discorso è giusto, ma accosti cose che non possono stare sullo stesso piano. La vendita di marijuana non può essere considerata come l'estorsione, il riciclaggio di denaro, lo sfruttamento alla prostituzione.

Perché? Sarebbe invece più comodo per lo Stato legalizzare la prostituzione, come hanno fatto recentemente in Germania, subordinando l'esercizio dell'attività di meretricio ad una concessione amministrativa (e potendo così introdurre tutela per una categoria lavorativa e, cosa forse ancor più importante, CONTROLLI SANITARI OBBLIGATORI), per un'attività che, nella sua esplicazione di rapporto carnale tra adulti consenzienti dietro pagamento di un compenso in denaro, non ha motivo di essere considerato reato se regolamentato.

Infatti secondo me sarebbe giusto così... la differenza è che la prostituzione (non lo sfruttamento alla prostituzione) così come il fumo non dovrebbero di essere reati, sempre secondo me.


Per quanto riguarda il discorso sul vino non sono d'accordo, o almeno non completamente, perchè a questo punto dovresti accettare anche la componente terapeutica della cannabis, documentata in ampia trattazione un po' ovunque. Lo stesso ministro della Sanità Turco, ha detto che si stanno avviando dei trattamenti e degli studi sempre più approfonditi, in Italia, a questo proposito perchè a volte i benefici sono molti, nell'epilessia, sclerosi multipla, anoressia, asma, ecc, con conseguenze molto meno gravi, anche in termini di dipendenza, di certe pillole che si trovano in farmacia, legalissime ma che spesso rovinano le vite delle persone (vedi Valium, Xanax, Prozac e Diazepam in generale).


È per questo che in farmacia vengono venduti farmaci derivati anche dagli oppiacei, che vengono PRESCRITTI da persone laureate in medicina, esercitanti la professione medica e capaci di assumersi le proprie responsabilità. Se non lo sai, c'è una (minima) dose di cocaina anche nella Biochetasi. Non è che la liberalizzazione sarebbe questa panacea...
Prozac, Diazepam e derivati (Valpinax, ecc.) sono psicofarmaci, non si prendono per l'asma o per la sclerosi multipla, mentre il Valium deriva da oppiacei (contiene morfina).
La componente terapeutica della cannabis dovrebbe essere sfruttata attraverso la sperimentazione di farmaci specifici, non permettendo a tutti di coltivare ganja e spararsi cannoni per strada.


Titolo: Re: Lo spinello assassino
Post di: RHCP su 02 Giugno 2007, 14:02:00
ah ecco allora xk in gita qnd ci siamo fumati la biochetasi ci siamo sentiti male..


Titolo: Re: Lo spinello assassino
Post di: ..:: Dioscuro ::.. su 02 Giugno 2007, 14:36:53
Prozac, Diazepam e derivati (Valpinax, ecc.) sono psicofarmaci, non si prendono per l'asma o per la sclerosi multipla

Mai detto..
So bene quali sono gli psicofarmaci e quali i farmaci dell'asma, certamente non proponevo l'autopanacea con la liberalizzazione, dato che ho puntualizzato più volte che per me si dovrebbe evitare di fumare.
Tengo solo a fare una reale scaletta di cosa sia realmente più dannoso, e non corrisponde alla visione ufficiale... tutto qui.


Titolo: Re: Lo spinello assassino
Post di: QuintinoRocca su 02 Giugno 2007, 16:28:38
Io sono favorevole alla legalizzazione delle droghe leggere.
Tengo a precisare, però, che, per lo stesso motivo per cui sono favorevole alla legalizzazione delle droghe leggere, non fumo una canna ormai da parecchio tempo e punto a non fumarne più fino a quando questo atto non costituisca un vero e proprio finanziamento ad associazioni a delinquere. Potrebbe sembrare una posizione ambigua ma in fin dei conti non lo è ed ora mi spiego meglio. Non è difficile da capire: mi rifiuto di finanziare ogni tipo di criminalità specialmente se organizzata quali le mafie. Per cui a chi fumandosi una canna mi dice che bisogna legalizzare le droghe leggere per togliere soldi in mano alla mafia rispondo: Ok, ma tu non fumare la canna così "togliamo soldi in mano alla mafia"! Non capisco, sinceramente, determinati ambienti di sinistra(io sono di sinistra pure, tengo a precisarlo!) che lanciano iniziative di boicotaggio contro le varie cocacole e i vari macdonalds' e non invitano invece a boicottare la marijuana, tra le più vaste fonti di guadagno per le mafie. MAFIE. Quelle contro cui si scagliarono uomini come Borsellino, Falcone, Pio La Torre, Peppino Impastato etc. etc. Fumarsi una canna la cui sostanza costituente è stata comprata da associazioni mafiose significa andare contro quegli uomini, significa finanziare la mafia, significa pagare il pizzo! Per cui mi rifiuto di fumare una canna e crcedo che chiunque si ritenga un antimafioso(come amano definirsi quegli ambienti di snistra di cui parlavo prima) debba farlo.
Torno infine a ripetere che sono favorevole alla legalizzazione delle droghe leggere. La marijuana non fa certamente bene, aldilà degli effetti terapeutici che comunque qualsiasi sostanza può avere, ma sicuramente fa meno male di veleni quotidiani e, ahinoi, legalizzati, quali alcool(non mi riferisco di certo al bicchiere di vino del papà di David!)e sigarette!

Infine utilizzo le parole del Sommo Poeta Fabrizio:
"Mi citeran di monito
a chi crede sia bello
giocherellare a palla
con il proprio cervello.

Cercando di lanciarlo
oltre il confine stabilito
che qualcuno ha tracciato
ai bordi dell'infinito. "
(a parlare, nella canzone o poesia, è un drogato)


Titolo: Re: Lo spinello assassino
Post di: Fdr su 02 Giugno 2007, 19:17:27
Non è difficile da capire: mi rifiuto di finanziare ogni tipo di criminalità specialmente se organizzata quali le mafie. Per cui a chi fumandosi una canna mi dice che bisogna legalizzare le droghe leggere per togliere soldi in mano alla mafia rispondo: Ok, ma tu non fumare la canna così "togliamo soldi in mano alla mafia"! Non capisco, sinceramente, determinati ambienti di sinistra(io sono di sinistra pure, tengo a precisarlo!) che lanciano iniziative di boicotaggio contro le varie cocacole e i vari macdonalds' e non invitano invece a boicottare la marijuana, tra le più vaste fonti di guadagno per le mafie. MAFIE. Quelle contro cui si scagliarono uomini come Borsellino, Falcone, Pio La Torre, Peppino Impastato etc. etc.



Assolutamente d'accordo con te


Titolo: Re: Lo spinello assassino
Post di: Mitropank su 02 Giugno 2007, 19:23:43
Quindi coltivarsela in casa fa bene?(in quel modo non "finanzi" la mafia) :icon_risate:


Titolo: Re: Lo spinello assassino
Post di: RHCP su 02 Giugno 2007, 19:30:18
Io l'avevo consigliato..ma sono stato editato..


Titolo: Re: Lo spinello assassino
Post di: Mitropank su 02 Giugno 2007, 19:35:34
Storica sentenza della Cassazione: coltivare qualche piantina di marijuana non e' reato

http://www.fuoriluogo.it/home/mappamondo/europa/italia/rassegna_stampa/20070524093934_2


Titolo: Re: Lo spinello assassino
Post di: ..:: Dioscuro ::.. su 02 Giugno 2007, 19:37:44
Se faccia bene o no non so dirlo, neanche una cotoletta fa bene.


Titolo: Re: Lo spinello assassino
Post di: Nialia su 03 Giugno 2007, 19:41:57
Vero, è frittura  :icon_rolleyes:.
Mah, conosco qualcuno che se la coltiva in casa.
In ogni caso per procurarsi i semi siamo punto e accapo.

Standing ovation per Quinto...


Titolo: Re: Lo spinello assassino
Post di: QuintinoRocca su 04 Giugno 2007, 16:15:45
Standing ovation per Quinto...

Nooo, Quinto no!


Titolo: Re: Lo spinello assassino
Post di: Johnny su 06 Giugno 2007, 16:11:56
Non capisco, sinceramente, determinati ambienti di sinistra(io sono di sinistra pure, tengo a precisarlo!) che lanciano iniziative di boicotaggio contro le varie cocacole e i vari macdonalds' e non invitano invece a boicottare la marijuana, tra le più vaste fonti di guadagno per le mafie. MAFIE. Quelle contro cui si scagliarono uomini come Borsellino, Falcone, Pio La Torre, Peppino Impastato etc. etc. Fumarsi una canna la cui sostanza costituente è stata comprata da associazioni mafiose significa andare contro quegli uomini, significa finanziare la mafia, significa pagare il pizzo! Per cui mi rifiuto di fumare una canna e credo che chiunque si ritenga un antimafioso(come amano definirsi quegli ambienti di snistra di cui parlavo prima) debba farlo.
Sono d'accordissimo!!!
Ma non credo sia una buona idea legalizzare le droghe leggere o la prostituzione "regolamentata"... la seconda poi, è di una bassezza infinita... ma non è argomento di questo topic.
Io non fumo nulla e non ho studiato medicina, ma credo ci si "devasti" più velocemente con le droghe leggere che con il tabacco! O no?! Anche se dipende molto dalle quantità ovviamente!


Titolo: Re: Lo spinello assassino
Post di: Ricciolino su 23 Febbraio 2010, 18:01:52
bello sto topic, andrebbe ripescato...
Secondo me va legalizzata, aldilà della morale che se ne può fare sull'utilizzo dannoso sin dalla prima assunzione, è anche vero che le sigarette non sembrano fare meglio, l'alcool fa bene un bicchiere di vino si, ma vodka, grappe, gin che ci stanno a fa'? ci sono studi ormai sugli effetti sulla salute che non afferiscono alla cannabis in uso cronico effetti negativi sulla sfera cognitiva, non crea dipendenza paragonabile con la nicotina e l'acool, meno che mai con altre droghe pesanti
(http://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/thumb/5/52/Rational_scale_to_assess_the_harm_of_drugs_%28mean_physical_harm_and_mean_dependence%29_it.svg/280px-Rational_scale_to_assess_the_harm_of_drugs_%28mean_physical_harm_and_mean_dependence%29_it.svg.png)


Titolo: Re: Lo spinello assassino
Post di: QuintinoRocca su 23 Febbraio 2010, 20:36:25
Io sono favorevole alla legalizzazione delle droghe leggere.
Tengo a precisare, però, che, per lo stesso motivo per cui sono favorevole alla legalizzazione delle droghe leggere, non fumo una canna ormai da parecchio tempo e punto a non fumarne più fino a quando questo atto non costituisca un vero e proprio finanziamento ad associazioni a delinquere. Potrebbe sembrare una posizione ambigua ma in fin dei conti non lo è ed ora mi spiego meglio. Non è difficile da capire: mi rifiuto di finanziare ogni tipo di criminalità specialmente se organizzata quali le mafie. Per cui a chi fumandosi una canna mi dice che bisogna legalizzare le droghe leggere per togliere soldi in mano alla mafia rispondo: Ok, ma tu non fumare la canna così "togliamo soldi in mano alla mafia"! Non capisco, sinceramente, determinati ambienti di sinistra(io sono di sinistra pure, tengo a precisarlo!) che lanciano iniziative di boicotaggio contro le varie cocacole e i vari macdonalds' e non invitano invece a boicottare la marijuana, tra le più vaste fonti di guadagno per le mafie. MAFIE. Quelle contro cui si scagliarono uomini come Borsellino, Falcone, Pio La Torre, Peppino Impastato etc. etc. Fumarsi una canna la cui sostanza costituente è stata comprata da associazioni mafiose significa andare contro quegli uomini, significa finanziare la mafia, significa pagare il pizzo! Per cui mi rifiuto di fumare una canna e crcedo che chiunque si ritenga un antimafioso(come amano definirsi quegli ambienti di snistra di cui parlavo prima) debba farlo.
Torno infine a ripetere che sono favorevole alla legalizzazione delle droghe leggere. La marijuana non fa certamente bene, aldilà degli effetti terapeutici che comunque qualsiasi sostanza può avere, ma sicuramente fa meno male di veleni quotidiani e, ahinoi, legalizzati, quali alcool(non mi riferisco di certo al bicchiere di vino del papà di David!)e sigarette!

Infine utilizzo le parole del Sommo Poeta Fabrizio:
"Mi citeran di monito
a chi crede sia bello
giocherellare a palla
con il proprio cervello.

Cercando di lanciarlo
oltre il confine stabilito
che qualcuno ha tracciato
ai bordi dell'infinito. "
(a parlare, nella canzone o poesia, è un drogato)



Oddio :icon_eek:


Titolo: Re: Lo spinello assassino
Post di: Mitropank su 23 Febbraio 2010, 22:10:12
Io sono favorevole alla legalizzazione delle droghe leggere.
Tengo a precisare, però, che, per lo stesso motivo per cui sono favorevole alla legalizzazione delle droghe leggere, non fumo una canna ormai da parecchio tempo e punto a non fumarne più fino a quando questo atto non costituisca un vero e proprio finanziamento ad associazioni a delinquere. Potrebbe sembrare una posizione ambigua ma in fin dei conti non lo è ed ora mi spiego meglio. Non è difficile da capire: mi rifiuto di finanziare ogni tipo di criminalità specialmente se organizzata quali le mafie. Per cui a chi fumandosi una canna mi dice che bisogna legalizzare le droghe leggere per togliere soldi in mano alla mafia rispondo: Ok, ma tu non fumare la canna così "togliamo soldi in mano alla mafia"! Non capisco, sinceramente, determinati ambienti di sinistra(io sono di sinistra pure, tengo a precisarlo!) che lanciano iniziative di boicotaggio contro le varie cocacole e i vari macdonalds' e non invitano invece a boicottare la marijuana, tra le più vaste fonti di guadagno per le mafie. MAFIE. Quelle contro cui si scagliarono uomini come Borsellino, Falcone, Pio La Torre, Peppino Impastato etc. etc. Fumarsi una canna la cui sostanza costituente è stata comprata da associazioni mafiose significa andare contro quegli uomini, significa finanziare la mafia, significa pagare il pizzo! Per cui mi rifiuto di fumare una canna e crcedo che chiunque si ritenga un antimafioso(come amano definirsi quegli ambienti di snistra di cui parlavo prima) debba farlo.
Torno infine a ripetere che sono favorevole alla legalizzazione delle droghe leggere. La marijuana non fa certamente bene, aldilà degli effetti terapeutici che comunque qualsiasi sostanza può avere, ma sicuramente fa meno male di veleni quotidiani e, ahinoi, legalizzati, quali alcool(non mi riferisco di certo al bicchiere di vino del papà di David!)e sigarette!

Infine utilizzo le parole del Sommo Poeta Fabrizio:
"Mi citeran di monito
a chi crede sia bello
giocherellare a palla
con il proprio cervello.

Cercando di lanciarlo
oltre il confine stabilito
che qualcuno ha tracciato
ai bordi dell'infinito. "
(a parlare, nella canzone o poesia, è un drogato)



Oddio :icon_eek:

oddio che?

p.s. volevo citare il tuo post non modificarlo asd ovviamente l'ho rimesso apposto


Titolo: Re: Lo spinello assassino
Post di: Vinacea su 23 Febbraio 2010, 22:25:43

Per quanto riguarda il discorso sul vino non sono d'accordo, o almeno non completamente, perchè a questo punto dovresti accettare anche la componente terapeutica della cannabis, documentata in ampia trattazione un po' ovunque. Lo stesso ministro della Sanità Turco, ha detto che si stanno avviando dei trattamenti e degli studi sempre più approfonditi, in Italia, a questo proposito perchè a volte i benefici sono molti, nell'[..] asma,


Ed io che ho sempre temuto il contrario!  :icon_risate:


Titolo: Re: Lo spinello assassino
Post di: QuintinoRocca su 23 Febbraio 2010, 22:26:05
Io sono favorevole alla legalizzazione delle droghe leggere.
Tengo a precisare, però, che, per lo stesso motivo per cui sono favorevole alla legalizzazione delle droghe leggere, non fumo una canna ormai da parecchio tempo e punto a non fumarne più fino a quando questo atto non costituisca un vero e proprio finanziamento ad associazioni a delinquere. Potrebbe sembrare una posizione ambigua ma in fin dei conti non lo è ed ora mi spiego meglio. Non è difficile da capire: mi rifiuto di finanziare ogni tipo di criminalità specialmente se organizzata quali le mafie. Per cui a chi fumandosi una canna mi dice che bisogna legalizzare le droghe leggere per togliere soldi in mano alla mafia rispondo: Ok, ma tu non fumare la canna così "togliamo soldi in mano alla mafia"! Non capisco, sinceramente, determinati ambienti di sinistra(io sono di sinistra pure, tengo a precisarlo!) che lanciano iniziative di boicotaggio contro le varie cocacole e i vari macdonalds' e non invitano invece a boicottare la marijuana, tra le più vaste fonti di guadagno per le mafie. MAFIE. Quelle contro cui si scagliarono uomini come Borsellino, Falcone, Pio La Torre, Peppino Impastato etc. etc. Fumarsi una canna la cui sostanza costituente è stata comprata da associazioni mafiose significa andare contro quegli uomini, significa finanziare la mafia, significa pagare il pizzo! Per cui mi rifiuto di fumare una canna e crcedo che chiunque si ritenga un antimafioso(come amano definirsi quegli ambienti di snistra di cui parlavo prima) debba farlo.
Torno infine a ripetere che sono favorevole alla legalizzazione delle droghe leggere. La marijuana non fa certamente bene, aldilà degli effetti terapeutici che comunque qualsiasi sostanza può avere, ma sicuramente fa meno male di veleni quotidiani e, ahinoi, legalizzati, quali alcool(non mi riferisco di certo al bicchiere di vino del papà di David!)e sigarette!

Infine utilizzo le parole del Sommo Poeta Fabrizio:
"Mi citeran di monito
a chi crede sia bello
giocherellare a palla
con il proprio cervello.

Cercando di lanciarlo
oltre il confine stabilito
che qualcuno ha tracciato
ai bordi dell'infinito. "
(a parlare, nella canzone o poesia, è un drogato)



Oddio :icon_eek:

oddio che?

p.s. volevo citare il tuo post non modificarlo asd ovviamente l'ho rimesso apposto

Mi son sconvolto a legger come la pensavo...


Titolo: Re: Lo spinello assassino
Post di: Mercurio su 23 Febbraio 2010, 22:29:00
Io sono favorevole alla legalizzazione delle droghe leggere.
Tengo a precisare, però, che, per lo stesso motivo per cui sono favorevole alla legalizzazione delle droghe leggere, non fumo una canna ormai da parecchio tempo e punto a non fumarne più fino a quando questo atto non costituisca un vero e proprio finanziamento ad associazioni a delinquere. Potrebbe sembrare una posizione ambigua ma in fin dei conti non lo è ed ora mi spiego meglio. Non è difficile da capire: mi rifiuto di finanziare ogni tipo di criminalità specialmente se organizzata quali le mafie. Per cui a chi fumandosi una canna mi dice che bisogna legalizzare le droghe leggere per togliere soldi in mano alla mafia rispondo: Ok, ma tu non fumare la canna così "togliamo soldi in mano alla mafia"! Non capisco, sinceramente, determinati ambienti di sinistra(io sono di sinistra pure, tengo a precisarlo!) che lanciano iniziative di boicotaggio contro le varie cocacole e i vari macdonalds' e non invitano invece a boicottare la marijuana, tra le più vaste fonti di guadagno per le mafie. MAFIE. Quelle contro cui si scagliarono uomini come Borsellino, Falcone, Pio La Torre, Peppino Impastato etc. etc. Fumarsi una canna la cui sostanza costituente è stata comprata da associazioni mafiose significa andare contro quegli uomini, significa finanziare la mafia, significa pagare il pizzo! Per cui mi rifiuto di fumare una canna e crcedo che chiunque si ritenga un antimafioso(come amano definirsi quegli ambienti di snistra di cui parlavo prima) debba farlo.
Torno infine a ripetere che sono favorevole alla legalizzazione delle droghe leggere. La marijuana non fa certamente bene, aldilà degli effetti terapeutici che comunque qualsiasi sostanza può avere, ma sicuramente fa meno male di veleni quotidiani e, ahinoi, legalizzati, quali alcool(non mi riferisco di certo al bicchiere di vino del papà di David!)e sigarette!

Infine utilizzo le parole del Sommo Poeta Fabrizio:
"Mi citeran di monito
a chi crede sia bello
giocherellare a palla
con il proprio cervello.

Cercando di lanciarlo
oltre il confine stabilito
che qualcuno ha tracciato
ai bordi dell'infinito. "
(a parlare, nella canzone o poesia, è un drogato)



Oddio :icon_eek:

oddio che?

p.s. volevo citare il tuo post non modificarlo asd ovviamente l'ho rimesso apposto

Mi son sconvolto a legger come la pensavo...

adesso come la pensi?


Titolo: Re: Lo spinello assassino
Post di: QuintinoRocca su 24 Febbraio 2010, 16:18:01
Io sono favorevole alla legalizzazione delle droghe leggere.
Tengo a precisare, però, che, per lo stesso motivo per cui sono favorevole alla legalizzazione delle droghe leggere, non fumo una canna ormai da parecchio tempo e punto a non fumarne più fino a quando questo atto non costituisca un vero e proprio finanziamento ad associazioni a delinquere. Potrebbe sembrare una posizione ambigua ma in fin dei conti non lo è ed ora mi spiego meglio. Non è difficile da capire: mi rifiuto di finanziare ogni tipo di criminalità specialmente se organizzata quali le mafie. Per cui a chi fumandosi una canna mi dice che bisogna legalizzare le droghe leggere per togliere soldi in mano alla mafia rispondo: Ok, ma tu non fumare la canna così "togliamo soldi in mano alla mafia"! Non capisco, sinceramente, determinati ambienti di sinistra(io sono di sinistra pure, tengo a precisarlo!) che lanciano iniziative di boicotaggio contro le varie cocacole e i vari macdonalds' e non invitano invece a boicottare la marijuana, tra le più vaste fonti di guadagno per le mafie. MAFIE. Quelle contro cui si scagliarono uomini come Borsellino, Falcone, Pio La Torre, Peppino Impastato etc. etc. Fumarsi una canna la cui sostanza costituente è stata comprata da associazioni mafiose significa andare contro quegli uomini, significa finanziare la mafia, significa pagare il pizzo! Per cui mi rifiuto di fumare una canna e crcedo che chiunque si ritenga un antimafioso(come amano definirsi quegli ambienti di snistra di cui parlavo prima) debba farlo.
Torno infine a ripetere che sono favorevole alla legalizzazione delle droghe leggere. La marijuana non fa certamente bene, aldilà degli effetti terapeutici che comunque qualsiasi sostanza può avere, ma sicuramente fa meno male di veleni quotidiani e, ahinoi, legalizzati, quali alcool(non mi riferisco di certo al bicchiere di vino del papà di David!)e sigarette!

Infine utilizzo le parole del Sommo Poeta Fabrizio:
"Mi citeran di monito
a chi crede sia bello
giocherellare a palla
con il proprio cervello.

Cercando di lanciarlo
oltre il confine stabilito
che qualcuno ha tracciato
ai bordi dell'infinito. "
(a parlare, nella canzone o poesia, è un drogato)



Oddio :icon_eek:

oddio che?

p.s. volevo citare il tuo post non modificarlo asd ovviamente l'ho rimesso apposto

Mi son sconvolto a legger come la pensavo...

adesso come la pensi?

Ma niente...lasciam perdere...diciamo che una volta ero più saggio ed ingenuo!


Titolo: Re: Lo spinello assassino
Post di: Ricciolino su 24 Febbraio 2010, 19:12:07
 XD anche io sono scioccato quando ti ho letto! ..


Titolo: Re: Lo spinello assassino
Post di: Mitropank su 24 Febbraio 2010, 19:31:43
Io sono favorevole alla legalizzazione delle droghe leggere.
Tengo a precisare, però, che, per lo stesso motivo per cui sono favorevole alla legalizzazione delle droghe leggere, non fumo una canna ormai da parecchio tempo e punto a non fumarne più fino a quando questo atto non costituisca un vero e proprio finanziamento ad associazioni a delinquere. Potrebbe sembrare una posizione ambigua ma in fin dei conti non lo è ed ora mi spiego meglio. Non è difficile da capire: mi rifiuto di finanziare ogni tipo di criminalità specialmente se organizzata quali le mafie. Per cui a chi fumandosi una canna mi dice che bisogna legalizzare le droghe leggere per togliere soldi in mano alla mafia rispondo: Ok, ma tu non fumare la canna così "togliamo soldi in mano alla mafia"! Non capisco, sinceramente, determinati ambienti di sinistra(io sono di sinistra pure, tengo a precisarlo!) che lanciano iniziative di boicotaggio contro le varie cocacole e i vari macdonalds' e non invitano invece a boicottare la marijuana, tra le più vaste fonti di guadagno per le mafie. MAFIE. Quelle contro cui si scagliarono uomini come Borsellino, Falcone, Pio La Torre, Peppino Impastato etc. etc. Fumarsi una canna la cui sostanza costituente è stata comprata da associazioni mafiose significa andare contro quegli uomini, significa finanziare la mafia, significa pagare il pizzo! Per cui mi rifiuto di fumare una canna e crcedo che chiunque si ritenga un antimafioso(come amano definirsi quegli ambienti di snistra di cui parlavo prima) debba farlo.
Torno infine a ripetere che sono favorevole alla legalizzazione delle droghe leggere. La marijuana non fa certamente bene, aldilà degli effetti terapeutici che comunque qualsiasi sostanza può avere, ma sicuramente fa meno male di veleni quotidiani e, ahinoi, legalizzati, quali alcool(non mi riferisco di certo al bicchiere di vino del papà di David!)e sigarette!

Infine utilizzo le parole del Sommo Poeta Fabrizio:
"Mi citeran di monito
a chi crede sia bello
giocherellare a palla
con il proprio cervello.

Cercando di lanciarlo
oltre il confine stabilito
che qualcuno ha tracciato
ai bordi dell'infinito. "
(a parlare, nella canzone o poesia, è un drogato)



Oddio :icon_eek:

oddio che?

p.s. volevo citare il tuo post non modificarlo asd ovviamente l'ho rimesso apposto

Mi son sconvolto a legger come la pensavo...

adesso come la pensi?

Ma niente...lasciam perdere...diciamo che una volta ero più saggio ed ingenuo!

mah
secondo me un senso ce l'aveva quel discorso, altrochè


Titolo: Re: Lo spinello assassino
Post di: QuintinoRocca su 25 Febbraio 2010, 12:45:34
Io sono favorevole alla legalizzazione delle droghe leggere.
Tengo a precisare, però, che, per lo stesso motivo per cui sono favorevole alla legalizzazione delle droghe leggere, non fumo una canna ormai da parecchio tempo e punto a non fumarne più fino a quando questo atto non costituisca un vero e proprio finanziamento ad associazioni a delinquere. Potrebbe sembrare una posizione ambigua ma in fin dei conti non lo è ed ora mi spiego meglio. Non è difficile da capire: mi rifiuto di finanziare ogni tipo di criminalità specialmente se organizzata quali le mafie. Per cui a chi fumandosi una canna mi dice che bisogna legalizzare le droghe leggere per togliere soldi in mano alla mafia rispondo: Ok, ma tu non fumare la canna così "togliamo soldi in mano alla mafia"! Non capisco, sinceramente, determinati ambienti di sinistra(io sono di sinistra pure, tengo a precisarlo!) che lanciano iniziative di boicotaggio contro le varie cocacole e i vari macdonalds' e non invitano invece a boicottare la marijuana, tra le più vaste fonti di guadagno per le mafie. MAFIE. Quelle contro cui si scagliarono uomini come Borsellino, Falcone, Pio La Torre, Peppino Impastato etc. etc. Fumarsi una canna la cui sostanza costituente è stata comprata da associazioni mafiose significa andare contro quegli uomini, significa finanziare la mafia, significa pagare il pizzo! Per cui mi rifiuto di fumare una canna e crcedo che chiunque si ritenga un antimafioso(come amano definirsi quegli ambienti di snistra di cui parlavo prima) debba farlo.
Torno infine a ripetere che sono favorevole alla legalizzazione delle droghe leggere. La marijuana non fa certamente bene, aldilà degli effetti terapeutici che comunque qualsiasi sostanza può avere, ma sicuramente fa meno male di veleni quotidiani e, ahinoi, legalizzati, quali alcool(non mi riferisco di certo al bicchiere di vino del papà di David!)e sigarette!

Infine utilizzo le parole del Sommo Poeta Fabrizio:
"Mi citeran di monito
a chi crede sia bello
giocherellare a palla
con il proprio cervello.

Cercando di lanciarlo
oltre il confine stabilito
che qualcuno ha tracciato
ai bordi dell'infinito. "
(a parlare, nella canzone o poesia, è un drogato)



Oddio :icon_eek:

oddio che?

p.s. volevo citare il tuo post non modificarlo asd ovviamente l'ho rimesso apposto

Mi son sconvolto a legger come la pensavo...

adesso come la pensi?

Ma niente...lasciam perdere...diciamo che una volta ero più saggio ed ingenuo!

mah
secondo me un senso ce l'aveva quel discorso, altrochè
Si si, decisamente...e lo condivido tuttora! cmq il mio commento era solo uno sfogo con me stesso, lasciamo stare!!


Titolo: Re: Lo spinello assassino
Post di: Ricciolino su 25 Febbraio 2010, 13:07:42
[ot]
 scusate però potreste smettere di quotare e riquotare ogni volta lo stesso post chilometrico ad ogni risposta? :icon_asd:
[/ot]