GulliLibero
  Home   Forum   Help Ricerca Calendario Utenti Staff Login Registrati   *
Pagine: 1 [2] 3 4 ... 13   Vai Giù
  Stampa  
Autore Topic: Le frasi piu' belle, ..dai libri che avete letto.  (Letto 90543 volte)
0 Utenti e 1 Visitatore stanno guardando questo topic.
QuintinoRocca
Bocca di Rosa
Star
*

Karma: 114
Offline Offline

Galleria utente
Sesso: Maschile
Posts: 4590



Guarda Profilo WWW
« Risposta #15 il: 11 Settembre 2007, 18:39:15 »

"La razza umana mi ha sempre disgustato. Cio che, in sostanza, me la rende disgustosa è la malattia dei rapporti familiari, il che include il matrimonio, scambio di potere e aiuti cosa che, come una piaga, come una lebbra, poi diviene:il tuo vicino di casa, il tuo quartiere, la tua città, la tua contea, la tua patria...tutti quanti che s'abbrancano stronzamente gli uni agli altri, nell'alveare della sopravvivenza, per paura e stupidità animalesca."

Non è proprio una frase ma cmq...Charles Bukowski, "Storie di ordinaria follia"
Loggato

ricorda Signore questi servi disobbedienti
alle leggi del branco
non dimenticare il loro volto
che dopo tanto sbandare
è appena giusto che la fortuna li aiuti
come una svista
come un'anomalia
come una distrazione
come un dovere
°federica°
Aspirante Attore
*

Karma: 3
Offline Offline

Galleria utente
Sesso: Femminile
Nome: federica IIC
Posts: 227


d o m i n o


Guarda Profilo
« Risposta #16 il: 18 Settembre 2007, 14:25:45 »

"Hai cinque minuti per crogiolarti nelle deliziose volontà della sofferenza: goditela, abbracciala, abbandonala... e procedi!"

Questa è tratta da Elizabethtown  icon_innamorato
Loggato

Appoggiati a me
che se ci dovesse andar male
cadremo insieme
e insieme sapremo cadere..
e appoggiati a me
con la pesantezza del cuore..
dai deciditi che
male non farà ...
.:Nadia:.
Performer
Star
*

Karma: 1
Offline Offline

Galleria utente
Sesso: Femminile
Nome: †Nadia†
Posts: 1200



Guarda Profilo
« Risposta #17 il: 25 Settembre 2007, 16:22:40 »

Mi pareva che avrei sopportato più pazientemente la morte o l'assenza di lei e che avevo sofferto meno nel tempo trascorso lontano da lei. Quando gemevo nella solitudine, la speranza di rivederla mi alleviava il cuore; mi lusingava il pensiero che un istante solo della sua presenza avrebbe cancellato tutte le mie pene; immaginavo almeno tra le cose possibili uno stato meno crudele del mio. Ma trovarsi accanto a lei; ma vederla, toccarla, parlarle, amarla, adorarla, e quasi possederla ancora, a sentirla perduta per sempre per me: ecco quanto mi gettava in accessi di furore e di rabbia che a grado a grado mi agitarono fino alla disperazione. Cominciai ben presto a rimuginare tra me funesti progetti, e in un delirio di cui fremo a ripensarci mi sentii violentemente tentato di precipitarla con me nelle onde, e di finire così tra le sue braccia la mia vita e i miei lunghi tormenti. Quest'orrenda tentazione si fece infine così violenta che fui costretto a lasciare bruscamente la sua mano, e ad appartarmi sulla prora della barca. Lì le mie vive agitazioni cominciarono a prendere un'altra direzione; un sentimento più dolce mi si insinuò a poco a poco nell'anima, l'intenerimento vinse la disperazione; mi misi a versare torrenti di lagrime, e questo stato, in confronto a quello dal quale uscivo, non era privo di qualche piacere. Piani forte, a lungo e mi sentii sollevato. quando fui ben rimesso tornai accanto a Giulia; le ripresi la mano. Teneva il fazzoletto; sentii che era zuppo. "Ah!" le dissi piano "vedo che i nostri cuori non hanno smesso di intendersi!" "E' vero" disse lei con voce alterata; "ma che sia l'ultima volta che abbiamo parlato così".
Allora riprendemmo a discorrere tranquillamente, e dopo un'ora di navigazione approdammo senz'altro incidente. Quando fummo a casa mi accorsi al lume che aveva gli occhi rossi e assai gonfi; i miei non dovettero sembrare in condizione migliore. Dopo le fatiche di quella giornata ella aveva gran bisogno di riposo: si ritirò e io mi coricai.
                                                           - Julie ou la nouvelle Héloïse - J.J. Rousseau
Loggato

† Chi non vuole pensare fino in fondo non dovrebbe mai iniziare a farlo..

L'intelligenza già ti emargina se poi ci aggiungi la sensibilità, allora la solitudine è completa.

La vita umana è come un pendolo che oscilla incessantemente fra noia e dolore, con intervalli fugaci, e per di più illusori, di piacere e gioia. -Arthur Schopenhauer- †
artistadistratto
Spettatore
*

Karma: 7
Offline Offline

Galleria utente
Nome: Il pessimista
Posts: 13



Guarda Profilo
« Risposta #18 il: 28 Settembre 2007, 16:11:04 »

Chi scrive aforismi non vuole essere letto ma imparato a memoria. Friedrich Nietzsche


Scusate se sono un po' infantile ma riporto ora qualcosa di così importante e così raro che oggi mi sbatte contro come un macigno..  icon_sole

Cosi' il piccolo principe addomestico' la volpe.
E quando l'ora della partenza fu vicina:
"Ah!" disse la volpe, "... piangero'".
"La colpa e' tua", disse il piccolo principe, "io, non ti volevo far del male, ma tu hai voluto che ti addomesticassi..."
"E' vero", disse la volpe.
"Ma piangerai!" disse il piccolo principe.
"E' certo", disse la volpe.
"Ma allora che ci guadagni?"

"Ci guadagno", disse la volpe, "il colore del grano".
Poi soggiunse:
"Va' a rivedere le rose. Capirai che la tua e' unica al mondo. Quando ritornerai a dirmi addio, ti regalero' un segreto".
Il piccolo principe se ne ando' a rivedere le rose.
"Voi non siete per niente simili alla mia rosa, voi non siete ancora niente", disse. "Nessuno vi ha addomesticato, e voi non avete addomesticato nessuno. Voi siete come era la mia volpe. Non era che una volpe uguale a centomila altre. Ma ne ho fatto il mio amico ed ora e' per me unica al mondo".
E le rose erano a disagio.
"Voi siete belle, ma siete vuote", disse ancora. "Non si puo' morire per voi. Certamente, un qualsiasi passante crederebbe che la mia rosa vi rassomigli, ma lei, lei sola, e' piu' importante di tutte voi, perche' e' lei che ho innaffiata. Perche' e' lei che ho messa sotto la campana di vetro. Perche' e' lei che ho riparata col paravento. Perche' su di lei ho uccisi i bruchi (salvo i due o tre per le farfalle). Perche' e' lei che ho ascoltato lamentarsi o vantarsi, o anche qualche volta tacere. Perche' e' la mia rosa".
E ritorno' dalla volpe.
"Addio", disse.

"Addio", disse la volpe. "Ecco il mio segreto. E' molto semplice: non si vede bene che col cuore. L'essenziale e' invisibile agli occhi".
"L'essenziale e' invisibile agli occhi", ripete' il piccolo principe, per ricordarselo.
"E' il tempo che tu hai perduto per la tua rosa che ha fatto la tua rosa cosi' importante".
"E' il tempo che ho perduto per la mia rosa..." sussurro' il piccolo principe per ricordarselo.
"Gli uomini hanno dimenticato questa verita'. Ma tu non la devi dimenticare. Tu diventi responsabile per sempre di quello che hai addomesticato. Tu sei responsabile della tua rosa..."
"Io sono responsabile della mia rosa..." ripete' il piccolo principe per ricordarselo.

Il Piccolo Principe - Antoine de Saint-Exupéry
Loggato
galeot
Inadeguate
Administrator
Star
*

Karma: 580
Offline Offline

Galleria utente
Sesso: Maschile
Nome: Gaetano Leotta
Posts: 5670


Vita e morte sono due facce della stessa medaglia


Guarda Profilo WWW
« Risposta #19 il: 28 Settembre 2007, 16:51:27 »

Scusate se sono un po' infantile ma riporto ora qualcosa di così importante e così raro che oggi mi sbatte contro come un macigno..


Il Piccolo Principe - Antoine de Saint-Exupéry

Niente affatto infantile!  icon_innamorato

Sarebbe bello se tutti ripetessimo a noi stessi le parole suggerite dalla volpe. Ma è così facile dimenticare tutto... la responsabilità, l'importanza, l'essenziale.

"Ma allora che ci guadagni?"
...
Loggato

Chi non comprende il tuo silenzio
probabilmente
non capirà  nemmeno le tue parole
E. Hubbard


Che potere avrebbe l'Inferno se coloro che sono imprigionati non potessero sognare il Paradiso?
Neil Gaiman

..:: Dioscuro ::..
I'm Not Okay
Administrator
Star
*

Karma: 390
Offline Offline

Galleria utente
Sesso: Maschile
Nome: φθονος θεών
Posts: 11376


+I don't belong here+


Guarda Profilo WWW
« Risposta #20 il: 28 Settembre 2007, 21:12:31 »

Tutt'altro che infantile... stupenda quella parte, una tra le mie preferite.
Loggato


"Quand'ero bambino giocavo sempre con la mia ombra;
mi piaceva muovermi al sole e vederla diventare piccola, grande;
poi però mi sono reso conto che non mi avrebbe mai abbandonato,
neanche al buio."
n0s
The Bishop
Staff
Star
*

Karma: 71
Offline Offline

Galleria utente
Sesso: Maschile
Posts: 2046


Un aforisma benfatto sta tutto in otto parole.


Guarda Profilo
« Risposta #21 il: 29 Settembre 2007, 01:15:05 »

Beh, dal genio di Bufalino:

"Un aforisma benfatto sta tutto in otto parole"


n0s
Loggato

semplicemente n0s
Ringrazio di cuore il mio amico Ratman per la firma dedicatami.

"inesistenze parventi sul palcoscenico d'una pantomima di cenere" G.Bufalino
Lauri
Ha abbassato il tuo karma
Vip
*

Karma: 89
Offline Offline

Galleria utente
Sesso: Maschile
Nome: Lauri Koivula
Posts: 875



Guarda Profilo
« Risposta #22 il: 01 Ottobre 2007, 16:56:04 »

Vi prego di leggere tutto il brano, nonostante la lunghezza: ne vale decisamente la pena.
"La Guida Galattica per Autostoppisti è un volume indispensabile a tutti coloro che sono ansiosi di capire la vita in quest'Universo infinitamente complesso e caotico. Se infatti non può pretendere di essere utile e aggiornata in tutte le materie, per lo meno afferma inequivocabilmente che, quando è inesatta, lo è in maniera definitiva. E ciò è assai rassicurante. Nei casi di grossa discrepanza è dunque sempre la realtà che sbaglia. Tale è il succo del cartello appeso sopra l'Ufficio Reclami delle Edizioni Megadodo: "La Guida Galattica è infallibile; è la realtà, spesso, ad essere inesatta". Questo fatto ha portato ad alcune conseguenze interessanti.Quando per esempio i curatori della guida sono stati chiamati in giudizio dalle famiglie degli autostoppisti che erano morti per aver preso alla lettera le notizie riguardanti il pianeta Traal (nel libro era scritto "la vorace Bestia Buglattaspesso prepara ottimi pasti per i turisti in visita" invece che "la vorace bestia Buglatta spesso prepara ottimi pasti con i turisti in visita), si sono difesi dicendo che la frase scelta era esteticamente più soddisfacente dell'altra, hanno chiamato come testimone un poeta di fama perchè dichiarasse sotto giuramento che la bellezza è verità e la verità è bellezza, quindi hanno osservato che colpevole fosse in realtà la Vita stessa che, nel caso in discussione, non era riuscita a essere nè bella nè vera. I giudici hanno convenuto che i curatori avevano ragione, e con un discorso toccante hanno accusato la Vita di oltraggio alla Corte e giustamente l'hanno requisita a tutti i presenti, prima di andare a fare una partita a ultragolf "

Ristorante al termine dell'universo - Douglas Adams
« Ultima modifica: 01 Ottobre 2007, 16:59:21 da Lauri » Loggato

Jamaica And Crack
Attore
*

Karma: -3
Offline Offline

Galleria utente
Sesso: Maschile
Nome: JAC
Posts: 315



Guarda Profilo
« Risposta #23 il: 08 Ottobre 2007, 19:31:58 »

se sulla faccia della terra ci sarebbe anche solo un uomo incatenato, nessun uomo potrebbe mai sentirsi libero veramente
Loggato

QuintinoRocca
Bocca di Rosa
Star
*

Karma: 114
Offline Offline

Galleria utente
Sesso: Maschile
Posts: 4590



Guarda Profilo WWW
« Risposta #24 il: 25 Novembre 2007, 13:08:38 »

Per questo la mia penna a un certo punto s'è messa a correre. Incontro a lui, correva; sapeva che non avrebbe tardato ad arrivare. La pagina ha il suo bene solo quando la volti e c'è la vita dietro che spinge e scompiglia tutti i fogli del libro. La penna corre spinta dallo stesso piacere che ti fa correre le strade. Il capitolo che attacchi e non sai ancora quale storia racconterà è come l'angolo che svolterai uscendo dal convento e non sai se ti metterà a faccia con un drago, uno stuolo barbaresco, un'isola incantata, un nuovo amore.     
"Il cavaliere inesistente" di Italo Calvino
Loggato

ricorda Signore questi servi disobbedienti
alle leggi del branco
non dimenticare il loro volto
che dopo tanto sbandare
è appena giusto che la fortuna li aiuti
come una svista
come un'anomalia
come una distrazione
come un dovere
Adso
Spettatore
*

Karma: 8
Offline Offline

Galleria utente
Sesso: Femminile
Posts: 13



Guarda Profilo
« Risposta #25 il: 25 Novembre 2007, 13:26:35 »

Umana vita? sogno,ingannevole sogno al quale noi pur diam sì gran prezzo...
bada;ciò cui tu stendi avidamente la mano è un' ombra forse, che mentre è a te cara, a tal altro è noiosa. Sta dunque tutta la mia felicità nella vota apparenza delle cose che ora m'attorniano; e s'io cerco alcun che di reale, o torno a ingannarmi o spazio attonito e spaventato nel nulla! Io non lo so; ma per me, temo che Natura abbia costituito la nostra specie come minimo anello passivo dell'incomprensibile suo sistema, dotandone di cotanto amor proprio, perchè il sommo timore e la somma speranza creandoci nella immaginazione una infinita serie di mali  e di beni, ci tenesse pur sempre affannati di questa esistenza breve, dubbia, infelice.
E mentre noi serviamo ciecamente al suo fine, essa ride del nostro orgoglio che ci fa reputare l'universo creato solo per noi,
e noi soli degni e capaci di dar leggi al creato.
 "Le ultime lettere di Jacopo Ortis"
Loggato

"Io sono solo un povero cadetto di Guascogna pero' non la sopporto la gente che non sogna..."

"Dio di misericordia il tuo bel Paradiso lo hai fatto soprattutto per chi non ha sorriso (...)
l'Inferno esiste solo per chi ne ha paura"
Stè
On the way to wonderland
Star
*

Karma: 58
Offline Offline

Galleria utente
Sesso: Femminile
Nome: ..Stè..
Posts: 1393


Io non tremo, è solo un pò di me che se ne va.


Guarda Profilo
« Risposta #26 il: 18 Gennaio 2008, 16:09:13 »

" Le parole hanno inciso solchi dove sta camminando una cosa struggente alla quale devo trovare il nome.."
dal libro "Un anno dopo l'amore"
Loggato

Quando sai che sei fedele a quello in cui non credi più.

And all the roads we have to walk are winding
And all the lights that lead us there are blinding
There are many things that I would
Like to say to you
But I don't know how.
QuintinoRocca
Bocca di Rosa
Star
*

Karma: 114
Offline Offline

Galleria utente
Sesso: Maschile
Posts: 4590



Guarda Profilo WWW
« Risposta #27 il: 19 Gennaio 2008, 22:55:05 »

Guardava la ragazza, lasciando che le sue ultime parole riecheggiassero fino a spegnersi dentro di lui; si, era così: per tutto il tempo in cui era stato tormentato dalla solitudine, in cui aveva dispertamente preso parte a riunioni e cortei, in cui non aveva fatto altro che correre e correre, la sua maturità era già lì, pronta: quella stanza nel seminterrato, con le macchie di umidità sui muri, lo aspettava pazientamente, lo aspettava quella donna ordinaria il cui corpo lo legava finalmente e in modo del tutto fisico alla folla.
Più faccio l'amore, più ho voglia di rivoluzione, pi faccio la rivoluzione, più ho voglia di fare l'amore, c'era scritto su un muro della Sorbonne, e Jaromil penetrò per la seconda volta nel corpo della rossa. La maturità è totale o non è. Questa volta la amò a lungo e magnificamente.
E percy Bysshe Shelley, che come Jaromil aveva un viso da ragazza e dimostrava anche lui meno della sua età, correva per le strade di Dublino, correva, correva, perché sapeva che la vita è altrove. E anche Rimbaud correva senza posa, a Stoccarda, a Milano, a Marsiglia e poi nello Harrar, a Aden e poi di nuovo indietro a MArsiglia, ma ormai aveva una gamba sola, e con una gamba sola non si può correre.
Fece scivolare il suo corpo fuori da quello della ragazza e quando si vide disteso accanto a lei, rilassato e stanco, pensò che si riposava non da due atti d'amore, ma da una lunga fuga durata molti mesi.
Tratto da "La vita è altrove" di Milan Kundera




SCusate, so che non è solo una frase...ma mi piace tantissimo questo libro!!!
Loggato

ricorda Signore questi servi disobbedienti
alle leggi del branco
non dimenticare il loro volto
che dopo tanto sbandare
è appena giusto che la fortuna li aiuti
come una svista
come un'anomalia
come una distrazione
come un dovere
OrangeButterfly
Spettatore
*

Karma: 0
Offline Offline

Galleria utente
Nome: Flavia
Posts: 8


Guarda Profilo
« Risposta #28 il: 30 Gennaio 2008, 15:21:00 »

" Se la vita ti offre un sogno che supera qualsiasi tua aspettativa non è giusto lamentarsi perchè alla fine si conclude"  Bella Swan, Twilight (Stephenie Meyer)

"-E fu così che il leone si innamorò dell'agnello."
 "-Che agnello stupido."
 "-Che leone pazzo e masochista.."
Twilight (Stephenie Meyer)

Spero ci sia qualche fanatico di questo libro! ;o)
Loggato
Pupitta
Against some mad bugger's wall
Star
*

Karma: 184
Offline Offline

Galleria utente
Sesso: Femminile
Nome: Claudia
Posts: 2729


..Forever is our today..


Guarda Profilo
« Risposta #29 il: 30 Gennaio 2008, 20:31:32 »

" Le parole hanno inciso solchi dove sta camminando una cosa struggente alla quale devo trovare il nome.."
dal libro "Un anno dopo l'amore"

Bellissima frase stè!!

"Mi ha dato le parole che avevo xduto.Mi ha tolto la corazza che avevo trovato.E come se avesse pescato la parola "amore" da un pozzo profondo e me l'avesse rimessa in bocca. Mi ha impastato cm una creta.Testardo.Ostinato.Entusiasta. Mi ha soffiato il respiro cm a un corpo morto,a un burattino.
Si,sn così sotto le sue mani: cm un pezzo di terra che diventa statua,cm una statua ke acquista i sensi. Prima comincia ad udire,poi a vedere,qndi ad annusare,assaggiare,toccare...................
Adesso nn ho + paura della sabbia rossa,del caldo,dello scirocco.E' solo il nostro amore ke sposta i continenti."

Tratto da:Bravissimo a sbagliare
Loggato

"And for a minute there,i lost myself,i lost myself."

"They say that life's a carousel
Spinning fast, you've got to ride it well
The world is full of Kings and Queens
Who blind your eyes and steal your dreams
It's Heaven and Hell, oh well"

"Steps taken forwards but sleepwalking back again
sleepwalking back again"
Pagine: 1 [2] 3 4 ... 13   Vai Su
  Stampa  
 
Salta a:  

Powered by MySQL Powered by PHP Powered by SMF 1.1.21 | SMF © 2006, Simple Machines
Traduzione Italiana a cura di SMItalia

TinyPortal v0.9.8 © Bloc
XHTML 1.0 Valido! CSS Valido!