GulliLibero
  Home   Forum   Help Ricerca Calendario Utenti Staff Login Registrati   *
Pagine: 1 ... 9 10 [11]   Vai Giù
  Stampa  
Autore Topic: La bestemmia....parliamone  (Letto 33150 volte)
0 Utenti e 1 Visitatore stanno guardando questo topic.
Goethe
Staff
Star
*

Karma: 70
Offline Offline

Galleria utente
Sesso: Maschile
Nome: Cognome:
Posts: 1162


Non rinnegare, non restaurare.


Guarda Profilo WWW
« Risposta #150 il: 10 Luglio 2008, 17:53:40 »

icon_perplesso

Illegittimo censurare bestemmie. Dissequestrati i forum dell'Aduc ... ma non si puo' parlare dei preti pedofili. Ricorso in Cassazione

Si puo' dire e scrivere "Gesu' e' un ***" e "*** dio", ma non si puo' parlare dei preti pedofili. Questa la decisione del Tribunale del riesame di Catania che ha ritenuto illegittima la censura di due forum pubblicati sul sito dell'Aduc.
Il 16 novembre 2006 due forum pubblicati nella sezione "Di' la tua" del sito dell'associazione, in cui i navigatori parlano fra loro liberamente e senza censura, furono sequestrati su ordine della Procura della Repubblica di Catania, dopo segnalazione di don Fortunato Di Noto dell'Associazione Meter Onlus, che lamentava la presenza di bestemmie e offese alla religione cattolica.
Il sequestro significo' la censura per centinaia di conferenzieri che vi avevano partecipato. Con i nostri legali -Claudia Moretti e Emmanuela Bertucci- cominciammo una battaglia per l'affermazione della liberta' di espressione, uno dei diritti sanciti dalla nostra Costituzione (art. 21) e da qualsivoglia democrazia occidentale. Furono presentate anche interrogazioni parlamentari a cui non e' mai stata data risposta.
Il giudice per le indagini preliminari decise che solo nove, fra le centinaia di frasi pubblicate, erano perseguibili, ma che tutti gli altri interventi dovessero comunque restare sotto sequestro. Nuovi inquisitori che considerano il credo vaticano al pari di una desueta -per i codici- "religione di Stato". Ma alla fine, dopo il nostro ennesimo ricorso, con sentenza depositata lo scorso 29 giugno, il Tribunale ha dovuto ammettere che si trattava di censura ed ha dissequestrato i forum.
Ma –per restare in argomento religioso- il diavolo fa le pentole ma non i coperchi. Perche' i magistrati non hanno ritenuto di dissequestrare i riferimenti alle note vicende di pedofilia che hanno visto protagonisti migliaia di sacerdoti cattolici. Per i magistrati, dunque, della pedofilia dei preti ne possono parlare i media (soprattutto all'estero, per la verita') ma non la gente comune in un forum in Internet.
Probabilmente anche don Fortunato Di Noto, che da anni si affianca alla autorita' giudiziaria nella lotta alla pedofilia, non approverebbe le motivazioni del Tribunale di Catania secondo cui queste frasi hanno l'unico scopo di "stimolare e diffondere l'avversione verso il "culto cristiano" e verso coloro che professano tale fede travalicandosi finanche i limiti del buon costume espressamente alludendosi a pratiche pedofile dei sacerdoti". A nostro avviso, invece, si deve sempre poter parlare degli ambienti in cui tali reati vengono commessi, e si deve consentire a chiunque, sconvolto da questi eventi, di esprimere la propria rabbia e disillusione.
Nei prossimi giorni, per meglio affermare la liberta' di espressione, depositeremo un ricorso in Cassazione contro questo aspetto del provvedimento. 
Intanto i forum li abbiamo ripubblicati nel nostro settore "Di' la tua" e sono consultabili da chiunque.
La sentenza, gli atti giudiziari e tutti i particolari della vicenda: http://www.aduc.it/dyn/censura




Io continuo a non bestemmiare. Mi pare un'idiozia in tutti i casi.  icon_perplesso
« Ultima modifica: 11 Luglio 2008, 20:08:37 da galeot » Loggato


Non piace MSN?Usa un MP!
QuintinoRocca
Bocca di Rosa
Star
*

Karma: 114
Offline Offline

Galleria utente
Sesso: Maschile
Posts: 4590



Guarda Profilo WWW
« Risposta #151 il: 11 Luglio 2008, 19:58:41 »

icon_perplesso

Illegittimo censurare bestemmie. Dissequestrati i forum dell'Aduc ... ma non si puo' parlare dei preti pedofili. Ricorso in Cassazione

"Gesu' e' un ***" e "*** dio"


Io continuo a non bestemmiare. Mi pare un'idiozia in tutti i casi.  icon_perplesso

Quando l'ho scritto io mi avete censurato, perché Goethe no?? ASD
« Ultima modifica: 11 Luglio 2008, 20:08:59 da galeot » Loggato

ricorda Signore questi servi disobbedienti
alle leggi del branco
non dimenticare il loro volto
che dopo tanto sbandare
è appena giusto che la fortuna li aiuti
come una svista
come un'anomalia
come una distrazione
come un dovere
galeot
Inadeguate
Administrator
Star
*

Karma: 580
Offline Offline

Galleria utente
Sesso: Maschile
Nome: Gaetano Leotta
Posts: 5670


Vita e morte sono due facce della stessa medaglia


Guarda Profilo WWW
« Risposta #152 il: 11 Luglio 2008, 20:09:57 »

Si puo' dire e scrivere "Gesu' e' un ***" e "*** dio", ma non si puo' parlare dei preti pedofili.

Ma non su Gullilibero, come da regolamento interno Smiley
Loggato

Chi non comprende il tuo silenzio
probabilmente
non capirà  nemmeno le tue parole
E. Hubbard


Che potere avrebbe l'Inferno se coloro che sono imprigionati non potessero sognare il Paradiso?
Neil Gaiman

QuintinoRocca
Bocca di Rosa
Star
*

Karma: 114
Offline Offline

Galleria utente
Sesso: Maschile
Posts: 4590



Guarda Profilo WWW
« Risposta #153 il: 11 Luglio 2008, 20:11:57 »

Si puo' dire e scrivere "Gesu' e' un ***" e "*** dio", ma non si puo' parlare dei preti pedofili.

Ma non su Gullilibero, come da regolamento interno Smiley

Ecco, giustizia è stat fatta XD
Loggato

ricorda Signore questi servi disobbedienti
alle leggi del branco
non dimenticare il loro volto
che dopo tanto sbandare
è appena giusto che la fortuna li aiuti
come una svista
come un'anomalia
come una distrazione
come un dovere
Goethe
Staff
Star
*

Karma: 70
Offline Offline

Galleria utente
Sesso: Maschile
Nome: Cognome:
Posts: 1162


Non rinnegare, non restaurare.


Guarda Profilo WWW
« Risposta #154 il: 03 Gennaio 2010, 17:02:11 »

Citazione
Irlanda, entra in vigore legge anti-blasfemia, atei la sfidano

E’ entrata in vigore ieri la tanto criticata legge irlandese anti-blasfemia. Il provvedimento prevede, per i trasgressori, una multa fino a 25.000 euro. Gli atei irlandesi, per protestare contro la legge, hanno pubblicato sul loro sito internet 25 citazioni celebri che, secondo la nuova normativa, sarebbero ritenute illegali. Tra i personaggi ripresi, anche Gesù, Maometto e Benedetto XVI. Secondo Michael Nugent, presidente di Atheists Ireland, “le leggi religiose medievali non devono avere alcun posto in una repubblica moderna e laica, nella quale la legge penale deve tutelare i cittadini, non le idee”.

Le citazioni tradotte malamente qui.

 icon_angelo



Loggato


Non piace MSN?Usa un MP!
Sutekh
Performer
Aspirante Attore
*

Karma: 68
Offline Offline

Galleria utente
Sesso: Maschile
Nome: Andrr
Posts: 233


Through Silver In Blood


Guarda Profilo WWW
« Risposta #155 il: 04 Gennaio 2010, 22:57:34 »

Citazione
Irlanda, entra in vigore legge anti-blasfemia, atei la sfidano

E’ entrata in vigore ieri la tanto criticata legge irlandese anti-blasfemia. Il provvedimento prevede, per i trasgressori, una multa fino a 25.000 euro. Gli atei irlandesi, per protestare contro la legge, hanno pubblicato sul loro sito internet 25 citazioni celebri che, secondo la nuova normativa, sarebbero ritenute illegali. Tra i personaggi ripresi, anche Gesù, Maometto e Benedetto XVI. Secondo Michael Nugent, presidente di Atheists Ireland, “le leggi religiose medievali non devono avere alcun posto in una repubblica moderna e laica, nella quale la legge penale deve tutelare i cittadini, non le idee”.

Le citazioni tradotte malamente qui.

 icon_angelo




Che vergogna...
Loggato

the rambler
Spettatore
*

Karma: 2
Offline Offline

Galleria utente
Sesso: Maschile
Posts: 4



Guarda Profilo
« Risposta #156 il: 05 Gennaio 2010, 13:35:19 »

tralasciando il fatto assurdo e inconcepibile che la bestemmia sia considerata ancora un reato (o meglio un illecito amministrativo che è meno peggio, ma sempre assurdo)
io penso che che la bestemmia sia solo una semplice imprecazione (come diceva lauri) e non qualcosa che esprima un profondo dissidio interiore, una lacerazione dell'anima o il segno evidente che siamo posseduti dal demonio  icon_risate icon_risate
e nemmeno è la prova che si crede in dio o simili, io che bestemmio e che sono ateo cosa sono? un paradosso vivente?? icon_perplesso
no, semplicemente per me la bestemmia ho lo stesso valore di una qualsiasi altra imprecazione, non è che se dico mannaggia ai puffi vuol dire che ne riconosco l'esistenza, bah
certo c'è da dire anche che posso capire che a volte possa essere fastidiosa per chi la sente e che quindi è necessario limitarsi (almeno un poco  ASD)
Loggato
Ricciolino
Star
*

Karma: 311
Offline Offline

Galleria utente
Sesso: Maschile
Nome: Enrico
Posts: 2141



Guarda Profilo
« Risposta #157 il: 05 Gennaio 2010, 13:55:41 »

di mezzo però c'è il rispetto di un Credo religioso...bisogna capire se ha priorità la libertà di parola/espressione o il rispetto formale di una faccenda che è intima, e secondo me resta tale anche dopo che si è sentita una bestemmia... A me dà fastidio, ma tantissimo, proprio tanto tanto tanto tanto, che il Papa esorti gli africani a non usare il condom. Purtroppo però nonostante il fastidio, e le ripercussioni direi gravi che possono avere tali parole (sembra invero che il Papa abbia un certo seguito nel mondo icon_rolleyes ), non è ancora un reato dire cazzate... ecco, vorrei che non lo fosse neanche bestemmiare dio i santi e la madonna, checchè se ne pensi della pratica..
Loggato

Kerry King
Performer
Star
*

Karma: 133
Offline Offline

Galleria utente
Sesso: Maschile
Posts: 1096


l'ape produce il miele come l'uomo produce il male


Guarda Profilo WWW
« Risposta #158 il: 05 Gennaio 2010, 18:39:49 »

 icon_offtopic ma gran Porco........ops, e dove sono quà?Huh? Gullilibero?HuhHuh c'è vita dopo facebook?Huh?
 
Saluto tutti quelli che mi conoscono e che mi vogliono bene  XD XD

Loggato

Ricciolino
Star
*

Karma: 311
Offline Offline

Galleria utente
Sesso: Maschile
Nome: Enrico
Posts: 2141



Guarda Profilo
« Risposta #159 il: 05 Novembre 2010, 18:33:04 »

saranno i tempi ragionevoli per riaprire un dibattito?

rileggendo l'intera discussione oggipomeriggio e annotando i vari interventi di moderazione mi rendevo conto, facendo sintesi nella mia testa, unendo cioè informazioni del reale e le interpretazioni che ho letto, studiato o autoprodotto di esso, quanto la bestemmia e/o la pulsione verso di essa, specie se manifesta in pubblico, vuoi per un freno culturale collettivo che prude alla lingua dei più ribelli al sistema, vuoi per semplice alta considerazione di sè, combacia e risponde perfettamente al principio di Volontà di Potenza Nietzschiano. Nel senso che, a maggior ragione in chi non crede, il dio, il sacro e il divino sono concetti superati da quello che più ci è vicino: noi stessi, l'Uomo. Miopia? Forse... "Dio è morto" stabiliva il filosofo morto pazzo. Ecco perciò la necessità di sdoganare il sacro, proferendo, sentendosi persino meglio bestemmiando piuttosto che semplicemente imprecando, una sorta di catarsi necessaria al "superararsi", mettersi al centro ed essere dio, specie qualora dio fosse una produzione mentale dell'Uomo, e i ruoli invertiti. E coloro che pur credendo bestemmiano? necessità anche qui di un confronto tu per tu con la divinità, un confronto irrazionale dunque, una forma di preghiera, che annienti quindi l'infinità distanza che intercorre tra la polvere terrena e l'iperboreo divino. Quantunque irrispettosa...e chissà quale metodo sortisce miglior effetto...
Non credo in ultima analisi che chi bestemmia abbia cominciato per sport, non è un solo fenomeno di costume, un'imprecazione trasgressiva, c'è dell'altro, è un'esigenza della modernità o una sua concausa. Alla luce di ciò come commentare il recente episodio "blasfemettiero" che ha colpito il Presidente del Consiglio e di carambola anche Dio e Rosy Bindi?... alcune cosiderazioni politiche scoccano presto per l'apologia profusa da un certo messer Cardinale Bertone...apologia cieca di fronte alle molte ipocrisie, ma meglio dire collusa...
eppure ritengo come persona di non provare alcuna repulsa o vergogna per l'accaduto in sè in quanto non tocca in fondo valori miei intimi nè mi offende nell'animo (ed aggiungo, forse perchè altri atti "immorali" mi suonano più gravi), io stesso lo ammetto, bestemmio e lo faccio con un certo gusto e goliardia, ma per esser coerente bisogna dire una cosa da cittadino: non è forse vero che conta più del contesto, in cui peccare è umano, la carica istituzionale da cui proviene questa ingenua gaffe? Non è forse vero che un premier, primus inter pares, dovrebbe fare da esempio di tutti, rappresentare il meglio di una nazione, e che se lui è il primo, i secondi e i terzi fino agli ultimi dovrebbero seguirlo (molti vogliono seguirlo), sentendosi finalmente, ma distortamente, rappresentati? Allora è possibile evadere, puttaneggiare e sbeffeggiare istituzioni, culture, nazioni, e diversi gusti sessuali, con leggerezza e per sport appunto, come fosse tutto una barzelletta da bar, il kapò, i gay, gli ebrei, gli abbronzati ... mi torna allora in testa che in fondo vale ancora quel pensiero filosofico, che vuole motore del mondo la Volontà di potenza e chi meglio di Berlusconi la rappresenterebbe?
Memorandum: a prossima volta che sbatto un mignolo nello spigolo, prometto ai vari bigotti e ai miei vicini e coinquilini che griderò solo "Porco Silvio!", non verrò MAI ammesso a qualche festino del Papi, ma S.Pietro mi mette in lista, chissà...
Loggato

VioletSkull
Star
*

Karma: 201
Offline Offline

Galleria utente
Sesso: Femminile
Nome: Manuela
Posts: 1176


Where is my Mind ?


Guarda Profilo WWW
« Risposta #160 il: 05 Novembre 2010, 21:28:13 »

Non sarebbe forse meglio avere un Presidente del Consiglio di cui non doversi vergognare di fronte al mondo intero?  icon_scuoti


 icon_offtopic

Loggato

Es fließen ineinander Traum und Wachen,
Wahrheit und Lüge. Sicherheit ist nirgends.
Wir wissen nichts von anderen, nichts von uns;
Wir spielen immer, wer es weiß, ist klug.


Arthur Schnitzler, Paracelsus
Pagine: 1 ... 9 10 [11]   Vai Su
  Stampa  
 
Salta a:  

Powered by MySQL Powered by PHP Powered by SMF 1.1.21 | SMF © 2006, Simple Machines
Traduzione Italiana a cura di SMItalia

TinyPortal v0.9.8 © Bloc
XHTML 1.0 Valido! CSS Valido!