GulliLibero
  Home   Forum   Help Ricerca Calendario Utenti Staff Login Registrati   *
Pagine: [1]   Vai Giù
  Stampa  
Autore Topic: Radiohead - Kid A  (Letto 1143 volte)
0 Utenti e 1 Visitatore stanno guardando questo topic.
kannarob
Staff
Protagonista
*

Karma: 97
Offline Offline

Galleria utente
Sesso: Maschile
Nome: Roberto
Posts: 542



Guarda Profilo
« il: 22 Agosto 2004, 19:22:15 »



Album: Kid A

Band: Radiohead

Anno: 2000

Editore: Capitol

Genere: Alternative Rock (se cos? lo si pu? definire)

Track List:
1- Everything In It's Right Place
2- Kid A
3- National Anthem
4- How to Disappear Completely
5- Treefingers
6- Optimistic
7- In Limbo
8- Idioteque
9- Morning Bell
10- Motion Picture Soundtrack

Dopo aver conquistato il mondo con il rock acerbo di Pablo Honey, quello melodico di The Bends e quello irriverente e sperimentale di OK Computer, i Radiohead sprofondano in una profonda crisi compositiva. Thom Yorke, cantante e leader della band, non riesce pi? a trovare quella verve che lo aveva accompagnato in tutti quegli anni e scopre che questo successo che si ? costruito, non gli piace. Entra in una profonda crisi depressiva e arriva addirittura a odiare il suono della sua voce.
Ad un tratto, la soluzione gli appare chiara: i Radiohead devono cambiare. Sciogliersi e rinascere come band completamente diversa, maturata. Da questo sorprendente progetto nasce "l'album pi? bello degli ultimi 20 anni": Kid A. I Radiohead trovano il coraggio di sperimentare, di cambiare, di provare ci? che fino ad allora non avevano neanche immaginato. Imparano a prendere dimestichezza con gli emulatori di suono, i campionatori, e strumenti ignoti alla massa, quali le onde martenot o la radio a microonde. Il cd esprime tutta la frustrazione della band, tutta la rabbia. "Ascoltare Kid A ? come guardare un incendio dalla cima di una collina" dir? in seguito Thom Yorke.
Niente pubblicit?, niente video, niente singoli. Il cd dovr? reggersi esclusivamente sulle sue gambe, privo di "pompaggi" e spinte commerciali. I Radiohead si affidano per diffondere la notizia dell'avvento dell'album al mezzo di comunicazione pi? vasto e meno controllato: Internet. Anche per il tour faranno cos?. Nessuna pubblicit?, solo un passaparola multimediale.
Alla fine, il cd che ha fatto storcere il naso a chi non ha saputo comprendere la sua ricchezza e la sua profondit?, l'anti-commerciale per eccellenza, ha vinto la sua battaglia sulla pubblicit?, su ci? che fa tendenza, e con lui ha vinto tutta il mondo della musica, la musica VERA. Campione di vendite in Gran Bretagna, 2? negli USA, nelle top five italiane, francesi e tedesche.

Una grande opera contemporanea rabbiosa e malinconica al tempo stesso, quasi disperata. Un capolavoro assoluto, ineguagliabile. Un pezzo immancabile sugli scaffali di chiunque dica di amare la musica.

Voto: 10 e lode
Loggato

La parola è un bel dono ma non rende la ricchezza del nostro animo; è un riflesso molto blando del sentimento e sta alla sensazione come un sole dipinto sta al sole naturale.
Carlo Bini
real_gone
"Il Cavaliere del Secchio"
Star
*

Karma: 174
Offline Offline

Galleria utente
Sesso: Maschile
Posts: 1239


L'importante non è nascere, ma rinascere (Neruda)


Guarda Profilo
« Risposta #1 il: 06 Marzo 2008, 19:37:37 »

Che dire, un apripista. Nel sound, nel rapporto con show-business. Quando è arrivato, nel 2000, probabilmente i tempi erano poco maturi perchè l'album potesse essere compreso appieno. Ricordo che quando l'ho ascoltato la prima volta, passatami da un mio caro amico, memore di The Bends, ero tentato di buttarlo nel cesso, dopo aver appurato che non si trattava di una copia difettosa. Ora, dopo tanti ascolti, penso che pochi gruppi riescono a scrivere canzoni come How to disappear completely, o un cantante declinare la voce come in Morning bell e Idioteque. A superarsi sono riusciti solo da se stessi.
Loggato


Abbiamo abrogato tutto fuorchè la libertà, tutto fuorchè la gioia Walt Whitman
Il posto delle fragole: il mio blog
Mitropank
Wir sind die Türken von Morgen
Staff
Star
*

Karma: 191
Offline Offline

Galleria utente
Sesso: Maschile
Nome: Turj
Posts: 4532


Trance Europa Express


Guarda Profilo WWW
« Risposta #2 il: 06 Marzo 2008, 20:04:47 »

concordo perfettamente con entrambi, kid a(assieme al sottovalutato gemello amnesiac) è una perfetta fotografia dello spartiacque musicale fra gli anni '90 e i 2000 e secondo me è in assoluto uno dei migliori album degli ultimi anni.
Loggato

"(in Iran)Non capiscono le ragioni di reprimere nel sangue il dissenso, quando basterebbero dei noiosissimi talk show."

"Marchionne vuol chiudere Termini Imerese. Per rappresaglia gli operai minacciano di riprendere la produzione della Duna."

"A Montecitorio, intanto, Bersani ha incontrato i lavoratori Alcoa, che hanno ascoltato pazienti le sue richieste."

..:: Dioscuro ::..
I'm Not Okay
Administrator
Star
*

Karma: 390
Offline Offline

Galleria utente
Sesso: Maschile
Nome: φθονος θεών
Posts: 11376


+I don't belong here+


Guarda Profilo WWW
« Risposta #3 il: 06 Marzo 2008, 21:37:55 »

Concordo, per me Kid A è pane quotidiano ormai da anni.

Morning Bell è bellissima anche nella versione dell'album successivo, Amnesiac.
In generale "How to Disappear Completely" è struggente
la prima "Everything In It's Right Place" esprime l'idea del suo titolo Smiley
Idioteque è uno dei momenti più forti e psichedelici dell'album
Il finale è soft ed azzeccatissimo.

Non lo ritengo un album facilissimo da ascoltare, all'inizio, ma è senza dubbio tra i migliori degli ultimi 20 anni per il suo livello di sperimentazione, il massiccio uso del sintetizzatore e l'innovazione.
C'è chi addirittura si è sbilanciato definendolo il "The dark side of the moon" dei nostri tempi.

Quest'album non nasce con intenti commerciali, non è stato pubblicizzato e non nasce come un fenomeno di massa, eppure ha venduto in modo incredibile.
E vi assicuro che i Radiohead, se avessero voluto continuare l'onda del successo cher avevano appena avuto con Karma Police o No Surprices, che li portarono persino a Top of The Pops, avrebbero solo dovuto fare canzoni che imitassero quelle di Ok Computer. Invece si sono spinti oltre creando un sound più complesso e più maturo, hanno assecondato sempre, anche in futuro, la loro ispirazione musicale ed il pubblico li ha sempre premiati.
Fenomenali anche le immagini del libriccino, per chi possiede il cd originale, davvero surreali.
Loggato


"Quand'ero bambino giocavo sempre con la mia ombra;
mi piaceva muovermi al sole e vederla diventare piccola, grande;
poi però mi sono reso conto che non mi avrebbe mai abbandonato,
neanche al buio."
QuintinoRocca
Bocca di Rosa
Star
*

Karma: 114
Offline Offline

Galleria utente
Sesso: Maschile
Posts: 4590



Guarda Profilo WWW
« Risposta #4 il: 07 Marzo 2008, 01:14:09 »


L'avete già visto?
Loggato

ricorda Signore questi servi disobbedienti
alle leggi del branco
non dimenticare il loro volto
che dopo tanto sbandare
è appena giusto che la fortuna li aiuti
come una svista
come un'anomalia
come una distrazione
come un dovere
Pagine: [1]   Vai Su
  Stampa  
 
Salta a:  

Powered by MySQL Powered by PHP Powered by SMF 1.1.21 | SMF © 2006, Simple Machines
Traduzione Italiana a cura di SMItalia

TinyPortal v0.9.8 © Bloc
XHTML 1.0 Valido! CSS Valido!