GulliLibero
  Home   Forum   Help Ricerca Calendario Utenti Staff Login Registrati   *
Pagine: [1] 2 3   Vai Giù
  Stampa  
Autore Topic: Rimedio alle pene dell'amore  (Letto 5445 volte)
0 Utenti e 1 Visitatore stanno guardando questo topic.
Echoes
vox clamantis in deserto
Performer
Star
*

Karma: 397
Offline Offline

Galleria utente
Sesso: Maschile
Nome: Angelo
Posts: 1825


"Live Long and Prosper"


Guarda Profilo WWW
« il: 12 Luglio 2008, 16:09:45 »

Qual'è il vostro personale rimedio alle pene d'amore? Preferite chiudervi in voi stessi, cercare qualcuno con cui stare, rifugiarvi da un amico, prendere il buon vecchio barattolo di nutella (di gelato se in estate) o continuare a insistere su quella persona, anche invano? Qual'è la vostra reazione ad una forte delusone, e il vostro rimedio per sentirvi meglio?
Loggato


Signature Made by Ratman©
Estragone
Mr. Pumpkinhead
Star
*

Karma: 134
Offline Offline

Galleria utente
Sesso: Maschile
Nome: Tristran Thorn
Posts: 6778


The Man Who Sold The World


Guarda Profilo
« Risposta #1 il: 12 Luglio 2008, 16:19:09 »

compiangermi e deprimermi per ore,con tanto di musica a palla in cuffia (preferibilmente metal o rock)
« Ultima modifica: 12 Luglio 2008, 16:32:46 da Estragone » Loggato



Dividing opinions all we are.
galeot
Inadeguate
Administrator
Star
*

Karma: 580
Offline Offline

Galleria utente
Sesso: Maschile
Nome: Gaetano Leotta
Posts: 5670


Vita e morte sono due facce della stessa medaglia


Guarda Profilo WWW
« Risposta #2 il: 12 Luglio 2008, 16:26:09 »

sparire dalla vita dell'amata (qualora ne facessi parte), e cancellarla a sua volta dalla mia, rifiutarne come la peste le voci riportate, informazioni e "cuttigghi".
Soffrire. Vivere l'agonia del sentimento, dalla sua reazione alla ferita - energica, adrenalinica - alla rassegnazione dell'ultimo respiro. Vederlo morire, seppellirlo, piangerlo finché le lacrime non ne abbiano lavato il ricordo dagli occhi. Almeno dagli occhi. E poi, ricordarlo per sempre.
« Ultima modifica: 09 Ottobre 2008, 15:31:52 da galeot » Loggato

Chi non comprende il tuo silenzio
probabilmente
non capirà  nemmeno le tue parole
E. Hubbard


Che potere avrebbe l'Inferno se coloro che sono imprigionati non potessero sognare il Paradiso?
Neil Gaiman

Goethe
Staff
Star
*

Karma: 70
Offline Offline

Galleria utente
Sesso: Maschile
Nome: Cognome:
Posts: 1162


Non rinnegare, non restaurare.


Guarda Profilo WWW
« Risposta #3 il: 12 Luglio 2008, 16:29:10 »

Dipende a chi/cosa dai la colpa.

A te stesso?
Al mancato partner?
Al rivale?
Al caso?

 goccia di sudore
Loggato


Non piace MSN?Usa un MP!
Cippi
la vita è un suicidio
Vip
*

Karma: 94
Offline Offline

Galleria utente
Sesso: Femminile
Nome: alice
Posts: 921


love reign over me


Guarda Profilo
« Risposta #4 il: 12 Luglio 2008, 16:31:59 »

pianti,piani di ri-accalappio,manifestazione palesi di odio e amore,insulti,indifferenza eccessiva,appostamenti studiati,lettere,cd,poesie,musica strappalacrime e bordellara,pensieri di omicidio e suicidio,regali,dolcezza studiata,analisi psicologiche.dio che imbecillità.  icon_scuoti
Loggato

Mare mare mare voglio annegare
portami lontano a naufragare
via via via da queste sponde
portami lontano sulle onde...
*Carmen*
Star
*

Karma: 115
Offline Offline

Galleria utente
Sesso: Femminile
Posts: 2012


Vivere non è possibile


Guarda Profilo
« Risposta #5 il: 12 Luglio 2008, 16:34:03 »

Nulla, non faccio nulla, purtroppo e mio malgrado.
Loggato

Ragione e passione sono timone e vela della nostra anima navigante.
Kahlil Gibran
JDP
Lost In The Haze Of a Dream
Performer
Star
*

Karma: 164
Offline Offline

Galleria utente
Sesso: Maschile
Nome: Giovanni
Posts: 1947



Guarda Profilo WWW
« Risposta #6 il: 12 Luglio 2008, 16:44:51 »

"levigato la tua assenza solo con le mie braccia", da questa merda di massima di tiziano ferro, chi vuol capire capisca...
Loggato

Narci
Meglio di una roccia.
Star
*

Karma: 279
Offline Offline

Galleria utente
Sesso: Femminile
Nome: Caro
Posts: 4739



Guarda Profilo
« Risposta #7 il: 12 Luglio 2008, 16:54:51 »

Quando il mio primo ragazzo mi ha lasciata,ho sofferto come mai..ho pianto per giorni,non volevo parlare con nessuno..terribili pensieri mi passavano per la testa (quoto Cippi,appunto),soprattutto non volevo affrontare il mio dolore e mi ci crogiolavo dentro,come se niente fosse.
Non ho ascoltato più i cantanti che gli piacevano,la nostra canzone,ho messo in una scatola tutti i regali e le foto..solo grazie alle mie amiche e a una gran forza di volontà mi sono ripresa.

Bisogna darsi tempo,a poco a poco passa...anche se il pensiero rimane,almeno per me.
Loggato

<< Io adesso vivo così,ma tu non puoi voltare le spalle alle tue responsabilità e fuggire da loro. E' una scelta negativa e d'evasione. >>
<< Penso non ci sia niente di negativo nel fuggire per salvarmi la vita. >>

- Narci vincit omnia.
Goethe
Staff
Star
*

Karma: 70
Offline Offline

Galleria utente
Sesso: Maschile
Nome: Cognome:
Posts: 1162


Non rinnegare, non restaurare.


Guarda Profilo WWW
« Risposta #8 il: 12 Luglio 2008, 16:59:31 »

Quando il mio primo ragazzo mi ha lasciata,ho sofferto come mai..ho pianto per giorni,non volevo parlare con nessuno..terribili pensieri mi passavano per la testa (quoto Cippi,appunto),soprattutto non volevo affrontare il mio dolore e mi ci crogiolavo dentro,come se niente fosse.
Non ho ascoltato più i cantanti che gli piacevano,la nostra canzone,ho messo in una scatola tutti i regali e le foto..solo grazie alle mie amiche e a una gran forza di volontà mi sono ripresa.

Bisogna darsi tempo,a poco a poco passa...anche se il pensiero rimane,almeno per me.

Insomma.. meglio di una roccia [cit].

Il metodo della lavagna. E del tempo.  icon_applausi
Loggato


Non piace MSN?Usa un MP!
Echoes
vox clamantis in deserto
Performer
Star
*

Karma: 397
Offline Offline

Galleria utente
Sesso: Maschile
Nome: Angelo
Posts: 1825


"Live Long and Prosper"


Guarda Profilo WWW
« Risposta #9 il: 12 Luglio 2008, 17:00:33 »

Dall'esperienza ho imparato solo la sofferenza è proporzionale all'amore che hai provato per quella persona, e a tutto ciò che hai condiviso con lei. A questo punto sembra ragionevole parlare di sofferenza infinita, quando l'amore che hai provato l'hai sempre considerato illimitato. Passare tutto il proprio tempo con una persona, farne un punto fermo della propria vita, e poi perderla, non ha per me eguali a qualunque sofferenza possa esistere in questo mondo, specialmente se tutto è sfumato dal rancore.
Loggato


Signature Made by Ratman©
Narci
Meglio di una roccia.
Star
*

Karma: 279
Offline Offline

Galleria utente
Sesso: Femminile
Nome: Caro
Posts: 4739



Guarda Profilo
« Risposta #10 il: 12 Luglio 2008, 17:04:21 »

Dall'esperienza ho imparato solo la sofferenza è proporzionale all'amore che hai provato per quella persona, e a tutto ciò che hai condiviso con lei. A questo punto sembra ragionevole parlare di sofferenza infinita, quando l'amore che hai provato l'hai sempre considerato illimitato. Passare tutto il proprio tempo con una persona, farne un punto fermo della propria vita, e poi perderla, non ha per me eguali a qualunque sofferenza possa esistere in questo mondo, specialmente se tutto è sfumato dal rancore.
Io ho sbagliato in questo..ho fatto diventare quel ragazzo l'unico scopo,l'unica colonna della mia vita.Appena se ne è andato,sono finita in un burrone.

Quando il mio primo ragazzo mi ha lasciata,ho sofferto come mai..ho pianto per giorni,non volevo parlare con nessuno..terribili pensieri mi passavano per la testa (quoto Cippi,appunto),soprattutto non volevo affrontare il mio dolore e mi ci crogiolavo dentro,come se niente fosse.
Non ho ascoltato più i cantanti che gli piacevano,la nostra canzone,ho messo in una scatola tutti i regali e le foto..solo grazie alle mie amiche e a una gran forza di volontà mi sono ripresa.

Bisogna darsi tempo,a poco a poco passa...anche se il pensiero rimane,almeno per me.

Insomma.. meglio di una roccia [cit].

Il metodo della lavagna. E del tempo.  icon_applausi
Grazie Smiley tu che ne pensi a riguardo? Usi anche tu il mio metodo?
Loggato

<< Io adesso vivo così,ma tu non puoi voltare le spalle alle tue responsabilità e fuggire da loro. E' una scelta negativa e d'evasione. >>
<< Penso non ci sia niente di negativo nel fuggire per salvarmi la vita. >>

- Narci vincit omnia.
Echoes
vox clamantis in deserto
Performer
Star
*

Karma: 397
Offline Offline

Galleria utente
Sesso: Maschile
Nome: Angelo
Posts: 1825


"Live Long and Prosper"


Guarda Profilo WWW
« Risposta #11 il: 12 Luglio 2008, 17:06:51 »

Dall'esperienza ho imparato solo la sofferenza è proporzionale all'amore che hai provato per quella persona, e a tutto ciò che hai condiviso con lei. A questo punto sembra ragionevole parlare di sofferenza infinita, quando l'amore che hai provato l'hai sempre considerato illimitato. Passare tutto il proprio tempo con una persona, farne un punto fermo della propria vita, e poi perderla, non ha per me eguali a qualunque sofferenza possa esistere in questo mondo, specialmente se tutto è sfumato dal rancore.
Io ho sbagliato in questo..ho fatto diventare quel ragazzo l'unico scopo,l'unica colonna della mia vita.Appena se ne è andato,sono finita in un burrone.

Il grande rischio dell'amore è proprio questo, la scelta a questo punto è tra non amare, o limitare i propri sentimenti, oppure rischiare queste conseguenze.
Loggato


Signature Made by Ratman©
Narci
Meglio di una roccia.
Star
*

Karma: 279
Offline Offline

Galleria utente
Sesso: Femminile
Nome: Caro
Posts: 4739



Guarda Profilo
« Risposta #12 il: 12 Luglio 2008, 17:15:34 »

Dall'esperienza ho imparato solo la sofferenza è proporzionale all'amore che hai provato per quella persona, e a tutto ciò che hai condiviso con lei. A questo punto sembra ragionevole parlare di sofferenza infinita, quando l'amore che hai provato l'hai sempre considerato illimitato. Passare tutto il proprio tempo con una persona, farne un punto fermo della propria vita, e poi perderla, non ha per me eguali a qualunque sofferenza possa esistere in questo mondo, specialmente se tutto è sfumato dal rancore.
Io ho sbagliato in questo..ho fatto diventare quel ragazzo l'unico scopo,l'unica colonna della mia vita.Appena se ne è andato,sono finita in un burrone.

Il grande rischio dell'amore è proprio questo, la scelta a questo punto è tra non amare, o limitare i propri sentimenti, oppure rischiare queste conseguenze.
Hai ragione..allora dobbiamo solo pensare e scegliere.. se vogliamo provare ad Amare di nuovo (Verbo con la A maiuscola) o vogliamo soltanto passare un po' di tempo con una persona,senza rischi nè pericoli di cuori frantumati.
Loggato

<< Io adesso vivo così,ma tu non puoi voltare le spalle alle tue responsabilità e fuggire da loro. E' una scelta negativa e d'evasione. >>
<< Penso non ci sia niente di negativo nel fuggire per salvarmi la vita. >>

- Narci vincit omnia.
Echoes
vox clamantis in deserto
Performer
Star
*

Karma: 397
Offline Offline

Galleria utente
Sesso: Maschile
Nome: Angelo
Posts: 1825


"Live Long and Prosper"


Guarda Profilo WWW
« Risposta #13 il: 12 Luglio 2008, 17:17:31 »

Dall'esperienza ho imparato solo la sofferenza è proporzionale all'amore che hai provato per quella persona, e a tutto ciò che hai condiviso con lei. A questo punto sembra ragionevole parlare di sofferenza infinita, quando l'amore che hai provato l'hai sempre considerato illimitato. Passare tutto il proprio tempo con una persona, farne un punto fermo della propria vita, e poi perderla, non ha per me eguali a qualunque sofferenza possa esistere in questo mondo, specialmente se tutto è sfumato dal rancore.
Io ho sbagliato in questo..ho fatto diventare quel ragazzo l'unico scopo,l'unica colonna della mia vita.Appena se ne è andato,sono finita in un burrone.

Il grande rischio dell'amore è proprio questo, la scelta a questo punto è tra non amare, o limitare i propri sentimenti, oppure rischiare queste conseguenze.
Hai ragione..allora dobbiamo solo pensare e scegliere.. se vogliamo provare ad Amare di nuovo (Verbo con la A maiuscola) o vogliamo soltanto passare un po' di tempo con una persona,senza rischi nè pericoli di cuori frantumati.

Credo che all'inizio si provi sempre la seconda, per cercare di non correre più questo rischio, ma che prima o poi si ricada sempre nello stesso "errore". E forse è giusto che sia così.
Loggato


Signature Made by Ratman©
Goethe
Staff
Star
*

Karma: 70
Offline Offline

Galleria utente
Sesso: Maschile
Nome: Cognome:
Posts: 1162


Non rinnegare, non restaurare.


Guarda Profilo WWW
« Risposta #14 il: 12 Luglio 2008, 17:20:26 »

Quando il mio primo ragazzo mi ha lasciata,ho sofferto come mai..ho pianto per giorni,non volevo parlare con nessuno..terribili pensieri mi passavano per la testa (quoto Cippi,appunto),soprattutto non volevo affrontare il mio dolore e mi ci crogiolavo dentro,come se niente fosse.
Non ho ascoltato più i cantanti che gli piacevano,la nostra canzone,ho messo in una scatola tutti i regali e le foto..solo grazie alle mie amiche e a una gran forza di volontà mi sono ripresa.

Bisogna darsi tempo,a poco a poco passa...anche se il pensiero rimane,almeno per me.

Insomma.. meglio di una roccia [cit].

Il metodo della lavagna. E del tempo.  icon_applausi
Grazie Smiley tu che ne pensi a riguardo? Usi anche tu il mio metodo?

Anche troppo.  icon_confused

Dall'esperienza ho imparato solo la sofferenza è proporzionale all'amore che hai provato per quella persona, e a tutto ciò che hai condiviso con lei. A questo punto sembra ragionevole parlare di sofferenza infinita, quando l'amore che hai provato l'hai sempre considerato illimitato. Passare tutto il proprio tempo con una persona, farne un punto fermo della propria vita, e poi perderla, non ha per me eguali a qualunque sofferenza possa esistere in questo mondo, specialmente se tutto è sfumato dal rancore.
Io ho sbagliato in questo..ho fatto diventare quel ragazzo l'unico scopo,l'unica colonna della mia vita.Appena se ne è andato,sono finita in un burrone.
Il grande rischio dell'amore è proprio questo, la scelta a questo punto è tra non amare, o limitare i propri sentimenti, oppure rischiare queste conseguenze.

Attenzione! Limitare non è solo ridurre, ma delimitare. A che punto vuoi spingerti?
Dopo ciò si dovrebbe fare il discorso dei pesi e delle misure. Quanto ne vale la pena? E così si rischia benissimo di mettere tanta razionalità in una materia che nemmeno la conosce.

Non faccio il lavoro sporco.  icon_rolleyes
Loggato


Non piace MSN?Usa un MP!
Pagine: [1] 2 3   Vai Su
  Stampa  
 
Salta a:  

Powered by MySQL Powered by PHP Powered by SMF 1.1.21 | SMF © 2006, Simple Machines
Traduzione Italiana a cura di SMItalia

TinyPortal v0.9.8 © Bloc
XHTML 1.0 Valido! CSS Valido!