GulliLibero
  Home   Forum   Help Ricerca Calendario Utenti Staff Login Registrati   *
Pagine: 1 [2]   Vai Giù
  Stampa  
Autore Topic: Il voto in condotta farà media  (Letto 4472 volte)
0 Utenti e 1 Visitatore stanno guardando questo topic.
..:: Dioscuro ::..
I'm Not Okay
Administrator
Star
*

Karma: 390
Offline Offline

Galleria utente
Sesso: Maschile
Nome: φθονος θεών
Posts: 11376


+I don't belong here+


Guarda Profilo WWW
« Risposta #15 il: 27 Febbraio 2009, 18:56:21 »

Mi sembra palesemente sbagliato che la media sia più alta o più bassa in base a criteri che non hanno a che fare col rendimento scolastico, anche qualora fossero fondati.
La condotta è fondamentale, può anche essere causa di bocciatura ed è giusto che sia così. Ma non dovrebbe influenzare la media dei voti perchè non è una disciplina scolastica.
Loggato


"Quand'ero bambino giocavo sempre con la mia ombra;
mi piaceva muovermi al sole e vederla diventare piccola, grande;
poi però mi sono reso conto che non mi avrebbe mai abbandonato,
neanche al buio."
-BadGirl-
Moderator
Star
*

Karma: 69
Offline Offline

Galleria utente
Sesso: Femminile
Nome: Francesca
Posts: 2224



Guarda Profilo
« Risposta #16 il: 27 Febbraio 2009, 22:11:35 »

Evidentemente non tutti la pensano così..
E' quasi ovvio che un alunno/a che ha una media alta, di norma ha anche un voto alto in condotta perchè si comporta bene. Di certo uno/a che ha nove non sarà un/a teppista!
Ma ho sentito che ci sono stati tanti voti in condotta "strani"..ovviamente loro hanno il coltello dalla parte del manico...
Loggato


Sempre camminerò per queste spiagge tra la sabbia e la schiuma dell'onda.
L'alta marea cancellerà l'impronta e il vento svanirà  la schiuma.
Ma sempre spiaggia e mare rimarranno.
Dariuz
Protagonista
*

Karma: 90
Offline Offline

Galleria utente
Sesso: Maschile
Nome: Il ginecologo
Posts: 647


Bimbominkia a pagamento...


Guarda Profilo
« Risposta #17 il: 27 Febbraio 2009, 23:11:11 »

Il voto in condotta che fa media non serve a nulla, anzi crea solamente iniquità, in quanto è necessariamente legato alla media scolastica (sballerebbero tutti i crediti formativi). non chiamiamolo voto in condotta, ma voto aggiuntivo per sistemarti il punteggio... questa definizione è più calzante... che stronzata signora gelmini...
Loggato

"La libertà è dire che 2+2 fa 4." Orwell

angelo
ubi maior, minor cessat
Star
*

Karma: 26
Offline Offline

Galleria utente
Sesso: Maschile
Nome: Angelo
Posts: 4523


ubi maior, minor cessat!


Guarda Profilo WWW
« Risposta #18 il: 28 Febbraio 2009, 13:51:37 »

che stronzata signora gelmini...
eh, no, dariuz
se vuoi chiudere gli occhi trovandoti un capro espriatorio, ben per te.
io non ci sto... io non dò la colpa alla gelmini
dò la colpa all'uso che ne fanno I PROFESSORI!
Loggato

..:: Dioscuro ::..
I'm Not Okay
Administrator
Star
*

Karma: 390
Offline Offline

Galleria utente
Sesso: Maschile
Nome: φθονος θεών
Posts: 11376


+I don't belong here+


Guarda Profilo WWW
« Risposta #19 il: 28 Febbraio 2009, 14:09:03 »

Ma anche se i professori la usassero in modo impeccabile, è giusto che un ragazzo che ha la media del 5 la veda alzata con un 10 in condotta, solo perchè a scuola è magari una specie di mummia?

Non fa parte del rendimento scolastico, penso sia sbagliato proprio che essa possa modificare la media dei voti.
Loggato


"Quand'ero bambino giocavo sempre con la mia ombra;
mi piaceva muovermi al sole e vederla diventare piccola, grande;
poi però mi sono reso conto che non mi avrebbe mai abbandonato,
neanche al buio."
angelo
ubi maior, minor cessat
Star
*

Karma: 26
Offline Offline

Galleria utente
Sesso: Maschile
Nome: Angelo
Posts: 4523


ubi maior, minor cessat!


Guarda Profilo WWW
« Risposta #20 il: 28 Febbraio 2009, 14:46:27 »

Ma anche se i professori la usassero in modo impeccabile, è giusto che un ragazzo che ha la media del 5 la veda alzata con un 10 in condotta, solo perchè a scuola è magari una specie di mummia?

Non fa parte del rendimento scolastico, penso sia sbagliato proprio che essa possa modificare la media dei voti.

bè, Paolo, è specificato chiaramente che il voto di condotta varia in base sia al comportamento, sia all'attenzione e partecipazione.
se un ragazzo ha la media del 5 ma non disturba mai, e inoltre partecipa attivamente alle lezioni (del genere: "Chi vuole venire alla lavagna per provare quest'esercizio?" "Io" ecc.) perché non va premiato?
E soprattutto, una ragazza con la media dell'8 che si trucca in classe, parla tutto il tempo, disturba, gioca al cellulare ecc. non dovrebbe andare punita?

Gli anni passati IN TEORIA i proff avrebbero alzato o abbassato i voti della propria materia a seconda delle situazioni (o almeno questo è quello che dicevano... Anche se non ho mai visto una persona che si comportava malissimo in classe ma con una buona media essere punita; viceversa, ho visto aiutato chi non andava benissimo ma si comportava correttamente)
Ora, invece, hanno dato un voto per punire o premiare chi si comporta bene.

In linea di principio, io sono d'accordo con questa riforma; il mio pensiero è che se una persona si comporta male e fa tremila assenze strategiche per essere beccata solo il giorno in cui è stra preparata e non è punita abbassandole la media è una cosa assurda: difatti, non solo non è penalizzata ma, tramite le assenze strategiche, anche aiutata. Forse tu non sapendo bene la situazione in seconda B non sai bene di che sto parlando... Chiedi allora se ti va informazioni alla tua amica Flora!

Purtroppo, l'applicazione che se ne fa è sempre (censured: spesso) errata... ma questo non è colpa della riforma in sè, bensì dei proff.
E non critico tutti i professori; anzi, sono del parere che la maggior parte siano corretti sotto questo (e ovviamente altri) punto di vista; tuttavia le mele marce sono ovunque (cit.) e quelle mele rovinano molte cose. Eppoi, errare umanum est
Loggato

..:: Dioscuro ::..
I'm Not Okay
Administrator
Star
*

Karma: 390
Offline Offline

Galleria utente
Sesso: Maschile
Nome: φθονος θεών
Posts: 11376


+I don't belong here+


Guarda Profilo WWW
« Risposta #21 il: 28 Febbraio 2009, 15:08:55 »

se un ragazzo ha la media del 5 ma non disturba mai, e inoltre partecipa attivamente alle lezioni (del genere: "Chi vuole venire alla lavagna per provare quest'esercizio?" "Io" ecc.) perché non va premiato?

No perchè non c'è niente da premiare, non ha raggiunto gli obbiettivi quindi non può avere una media più alta per cose che non sa, o non sa fare.

Citazione
E soprattutto, una ragazza con la media dell'8 che si trucca in classe, parla tutto il tempo, disturba, gioca al cellulare ecc. non dovrebbe andare punita?

Se ha 8 ha pienamente raggiunto gli obbiettivi formativi. E' chiaro che certe cose in classe non dovrebbe farle ma vedersi abbassare la media è una forzatura perchè il voto non corrisponde più alla sua preparazione. I provvedimenti dovrebbero essere altri,ecco.


E' probabile che io ormai ragiono in base al sistema universitario quindi ho una visione molto più accademica e meno quotidiana della scuola.
Per me è normale che un prof dica "Non mi cambia niente se venite a lezione, se studiate qui o a casa, potrete prendere 18 o 30, dipenderà solo dalla vostra preparazione", ecc.

Mah vedremo, se qualcosa non torna sarà visibile a partire a quest'anno.
Loggato


"Quand'ero bambino giocavo sempre con la mia ombra;
mi piaceva muovermi al sole e vederla diventare piccola, grande;
poi però mi sono reso conto che non mi avrebbe mai abbandonato,
neanche al buio."
Claudiebam
Visitatore
« Risposta #22 il: 28 Febbraio 2009, 16:02:35 »

Ma anche se i professori la usassero in modo impeccabile, è giusto che un ragazzo che ha la media del 5 la veda alzata con un 10 in condotta, solo perchè a scuola è magari una specie di mummia?

Non fa parte del rendimento scolastico, penso sia sbagliato proprio che essa possa modificare la media dei voti.

Secondo me è giusto invece.
Un comportamento adeguato deve essere riconosciuto. Perchè, chi frequenta regolarmente le lezioni, deve essere messo sullo stesso piano di uno che, invece, rimane a casa quando più gli conviene, entra a seconda ora e/o esce prima?...
bisogna considerare anche il fatto che se un ragazzo ha la media del 5, è alquanto improbabile che i professori gli accordino una media del 10 in condotta.
Questo voto scaturisce (o almeno, dovrebbe essere), sia il comportamento dell'alunno, che dal rendimento scolastico...altrimenti non avrebbe molto senso
Loggato
..:: Dioscuro ::..
I'm Not Okay
Administrator
Star
*

Karma: 390
Offline Offline

Galleria utente
Sesso: Maschile
Nome: φθονος θεών
Posts: 11376


+I don't belong here+


Guarda Profilo WWW
« Risposta #23 il: 28 Febbraio 2009, 16:32:28 »

Dovete però sapere che c'è chi con pochissimo riesce a rendere più degli altri.
Questo sistema penalizza chi produce molto e valorizza i "soldatini".
Ricordo che Einstein a scuola aveva 5 in matematica.
E' questione di metodo personale, non si può giudicare il metodo.

Che i professori giudichino quante cose sanno i ragazzi e in che modo sanno elaborarle, è questo che devono giudicare. Non come ci sono riusciti, questo è affare degli studenti.
Loggato


"Quand'ero bambino giocavo sempre con la mia ombra;
mi piaceva muovermi al sole e vederla diventare piccola, grande;
poi però mi sono reso conto che non mi avrebbe mai abbandonato,
neanche al buio."
Catwoman
Performer
Controfigura
*

Karma: 29
Offline Offline

Galleria utente
Sesso: Femminile
Nome: Teresa
Posts: 107



Guarda Profilo
« Risposta #24 il: 28 Febbraio 2009, 16:37:04 »

Ma anche se i professori la usassero in modo impeccabile, è giusto che un ragazzo che ha la media del 5 la veda alzata con un 10 in condotta, solo perchè a scuola è magari una specie di mummia?

Non fa parte del rendimento scolastico, penso sia sbagliato proprio che essa possa modificare la media dei voti.

Secondo me è giusto invece.
Un comportamento adeguato deve essere riconosciuto. Perchè, chi frequenta regolarmente le lezioni, deve essere messo sullo stesso piano di uno che, invece, rimane a casa quando più gli conviene, entra a seconda ora e/o esce prima?...
bisogna considerare anche il fatto che se un ragazzo ha la media del 5, è alquanto improbabile che i professori gli accordino una media del 10 in condotta.
Questo voto scaturisce (o almeno, dovrebbe essere), sia il comportamento dell'alunno, che dal rendimento scolastico...altrimenti non avrebbe molto senso

Bah, è sbagliato che il voto in condotta influenzi la media dei voti. I voti esprimono le competenze degli alunni ed i risultati ottenuti alla fine di un ciclo formativo. La condotta è quindi qualcosa di extradisciplinare. Non voglio con questo dire che non debba avere un peso e una qualche forma di giudizio, al contrario. Se uno studente risulta avere una condotta inadeguata al contesto scolastico è giusto che venga punito, anche con la bocciatura, se necessario, o meglio ancora educato, in quanto il fine della scuola non è solo quello di provvedere ad accrescere il bagaglio culturale di un ragazzo, ma anche quello di inserirlo attivamente nella società, quella vera, che, ricordiamolo, si trova fuori dalle mura scolastiche. Il cattivo comportamento dell'alunno và prevenuto, prima di essere combattuto. Anche perchè a quel punto c'è ben poco da fare, non sarà un voto a pacare il teppista già formato. Il voto in condotta deve avere il suo peso, ma non nella media dei voti disciplinari. E poi non dimentichiamo per cosa vogliono spacciare questa riforma. Combattere il bullismo col voto in condotta? Ma per favore... la solita riforma di facciata, il solito contentino per chi non riesce un attimo a coglierne l'inutilità.

Questo sistema penalizza chi produce molto e valorizza i "soldatini".
Concordo.
Loggato

-BadGirl-
Moderator
Star
*

Karma: 69
Offline Offline

Galleria utente
Sesso: Femminile
Nome: Francesca
Posts: 2224



Guarda Profilo
« Risposta #25 il: 28 Febbraio 2009, 19:13:10 »

Secondo me non c'entra niente il fatto di stare attenti in classe etc..cioè una persona può anche venire tutti i giorni a scuola, fare finta di stare attenta e riscaldare il banco.
Purtroppo i professori sono esseri umani e come tali hanno delle preferenze e dei gusti, quindi se secondo il loro giudizio un alunno è da considerare meritevole, allora cercheranno di aiutarlo, possibilmente qualche altro alunno per timidezza o per qualsiasi altro motivo, non interviene in classe (o semplicemente viene oscurato da chi in classe non fa altro che parlare) e allora magari non lo aiutano. Sono scelte che dipendono esclusivamente dai professori e in teoria ne hanno pieno diritto.
Loggato


Sempre camminerò per queste spiagge tra la sabbia e la schiuma dell'onda.
L'alta marea cancellerà l'impronta e il vento svanirà  la schiuma.
Ma sempre spiaggia e mare rimarranno.
Claudiebam
Visitatore
« Risposta #26 il: 01 Marzo 2009, 11:51:26 »


Bah, è sbagliato che il voto in condotta influenzi la media dei voti. I voti esprimono le competenze degli alunni ed i risultati ottenuti alla fine di un ciclo formativo. La condotta è quindi qualcosa di extradisciplinare. Non voglio con questo dire che non debba avere un peso e una qualche forma di giudizio, al contrario. Se uno studente risulta avere una condotta inadeguata al contesto scolastico è giusto che venga punito, anche con la bocciatura, se necessario, o meglio ancora educato, in quanto il fine della scuola non è solo quello di provvedere ad accrescere il bagaglio culturale di un ragazzo, ma anche quello di inserirlo attivamente nella società, quella vera, che, ricordiamolo, si trova fuori dalle mura scolastiche. Il cattivo comportamento dell'alunno và prevenuto, prima di essere combattuto. Anche perchè a quel punto c'è ben poco da fare, non sarà un voto a pacare il teppista già formato. Il voto in condotta deve avere il suo peso, ma non nella media dei voti disciplinari. E poi non dimentichiamo per cosa vogliono spacciare questa riforma. Combattere il bullismo col voto in condotta? Ma per favore... la solita riforma di facciata, il solito contentino per chi non riesce un attimo a coglierne l'inutilità.

io rimango del parere che sia giusto perchè, è la media che viene influenzata, non i singoli voti delle materie.
Per il fatto di voler combattere il bullismo così...bhe ma non mi facciano ridere -.-
Loggato
Mercurio
sonur af the vindur
Performer
Star
*

Karma: 260
Offline Offline

Galleria utente
Sesso: Maschile
Nome: Andrea
Posts: 4411


Ride The Lightning


Guarda Profilo
« Risposta #27 il: 01 Marzo 2009, 12:22:22 »

Concordo con Claudia, ineffetti viene influenzata la media e non ci trovo nulla di così tremendo, i voti delle materie rimangono quelli.. Se escludiamo i casi paradigmatici del "genio ribelle e teppista" o dello "scecco imbelle" non dovrebbero esserci sostanziali modifiche alla media. A scuola è giusto tenere un comportamento civile, e credo si possa conciliare il rispetto per l'ambiente scolastico e il divertimento in classe con un 8 in condotta.

Se la condotta non fa media inoltre, per quale motivo un ragazzo dovrebbe essere portato a "comportarsi bene"? ricordo quando al liceo ci fu comunicato tramite circolare che la nostra classe era stata sospesa (non ricordo nemmeno per quale motivo) si levò un grido di gioia e la prof. rimase allibita  ASD
Loggato



no priest no metal
giuly
Visitatore
« Risposta #28 il: 28 Agosto 2009, 01:08:53 »

Mi sembra palesemente sbagliato che la media sia più alta o più bassa in base a criteri che non hanno a che fare col rendimento scolastico, anche qualora fossero fondati.
La condotta è fondamentale, può anche essere causa di bocciatura ed è giusto che sia così. Ma non dovrebbe influenzare la media dei voti perchè non è una disciplina scolastica.

Assolutamente d'accordo in tutto.
Io ho avuto 8 in condotta e la mia media si è abbassata rispetto a persone della mia classe che avevano un rendimento scolastico inferiore al mio.Non trovo affatto giusto che la mia media debba essere minore rispetto a uno che ha avuto un compormamento poco migliore del mio ma con un rendimento scolastico peggiore.
Loggato
Mercurio
sonur af the vindur
Performer
Star
*

Karma: 260
Offline Offline

Galleria utente
Sesso: Maschile
Nome: Andrea
Posts: 4411


Ride The Lightning


Guarda Profilo
« Risposta #29 il: 28 Agosto 2009, 12:17:08 »

quando andavo al liceo pensavo la stessa cosa, però adesso che ne sono uscito,sono dell'opinione che un comportamente che disturbi l'apprendimento in classe,o che causi disordini fuori da essa debba essere punito. Sul fatto che debba andare ad intaccare la media, non credo sia giusto, ma purtroppo sembra essere l'unico modo per scoraggiare questi comportamenti.
Loggato



no priest no metal
Pagine: 1 [2]   Vai Su
  Stampa  
 
Salta a:  

Powered by MySQL Powered by PHP Powered by SMF 1.1.21 | SMF © 2006, Simple Machines
Traduzione Italiana a cura di SMItalia

TinyPortal v0.9.8 © Bloc
XHTML 1.0 Valido! CSS Valido!