GulliLibero
  Home   Forum   Help Ricerca Calendario Utenti Staff Login Registrati   *
Pagine: [1]   Vai Giù
  Stampa  
Autore Topic: Ospedale: siamo nelle mani di nessuno  (Letto 1284 volte)
0 Utenti e 1 Visitatore stanno guardando questo topic.
n0s
The Bishop
Staff
Star
*

Karma: 71
Offline Offline

Galleria utente
Sesso: Maschile
Posts: 2046


Un aforisma benfatto sta tutto in otto parole.


Guarda Profilo
« il: 06 Dicembre 2009, 13:43:34 »

Apro l'ennesimo topic-denuncia  nei confronti dell'ospedale di Acireale.

Non sto qui a ribadire le mie tristi vicende del passato  ma l'ennesima, attuale, che mi ha lasciato terribilmente perplesso.

Sabato sera, mi rompo un dito durante una partita di campionato. Finito il match, mi reco in ospedale per le radiografie e l'eventuale ingessatura. Ore 23.15.
Trovo praticamente tutto chiuso. O meglio, è tutto aperto, ma non operativo e non presidiato da anima viva.
Numerevoli cartelli VIETANO l'accesso a corridoi, triage e tutti gli ambienti, all'infuori della sala d'aspetto, dove non è consentita neppure la sosta per l'attesa. Dopo un po', però, i miei compagni decidono ugualmente di entrare "per farsi vedere".

Corridoi deserti. Dove sono finiti tutti? Ci incamminiamo, impauriti di incorrere in cazziatoni o sanzioni amministrative, alla ricerca di un dottore o di un qualsiasi paramedico, e finalmente ne incontriamo uno. Spieghiamo subito che ci siamo addentrati perchè l'accettazione non era presidiata da nessuno, e ci prendono quasi per fessi.

- E chi vuoi trovare a quest'ora? (con aria quasi sfottente)
-  icon_eek
- ma qual'è il problema?
- credo di essermi rotto un dito in campo
- e vieni a quest'ora? non c'è nessuno adesso
- guardi, sarei venuto volentieri prima, ma prima dovevo rompermelo, ed è successo poco fa
- capisco, ma radiologia ed ortopedia il sabato, soprattutto la notte, non sono di nè di
  servizio, nè di guardia medica. Devi tornare LUNEDI
- ah...capisco (a dire il vero no) e cosa dovrei fare?
- devi andare a catania, lì sicuramente ti sapranno aiutare. Intanto ora ti annotiamo nel
  registro, ti facciamo una puntura, ti stecchiamo meglio il dito e ti diamo QUESTA
  RICEVUTA CON LA QUALE LUNEDI MATTINA NON FARAI LA FILA. Ma non venire prima delle
  9.00, perchè non trovi nessuno.

Finita questa surreale conversazione, la dott.sa, suo malgrado [la noia e la stanchezza erano evidenti], mi "visita". Mi leva, con la delicatezza di un rinoceronte, i bendaggi e il nastro medico con cui avevamo improvvisato una fasciatura in campo (quantomeno per non farlo gonfiare a mongolfiera), me lo "smunge" facendomi vedere tutti i santi del paradiso che giocano a poker, e poi mi dice: "mmm...forse è rotto, così non si può dire. Ci vorrebbero i raggi" [MADDAI?!!!]

Chiedo del ghiaccio, ma la "macchinetta" è rotta, quindi mi portano dei cubetti, in un guanto [meglio del niente che ormai mi aspettavo]. Fatto questo mi congedano, con la mia bella ricevuta, e mi ammoniscono "mi raccomando: lo lavi bene, tolga la colla [residui dello scotch medico], e lo disinfetti!" certo, male non può farmi, ma sto ancora cercando di capire il perchè.

E la puntura? e la steccatura?



La triste domanda che mi sono posto initterrottamente da ieri sera è: normalmente perchè si va in ospedale? intendo dire, la maggior parte di casi in cui ci si reca all'ospdale credo che riguardi escoriazioni/ferite e fratture&simili. I casi diversi o più gravi sono sicuramente una percentuale nettamente minore. Credo inoltre che il sabato e la domenica, siano i giorni in cui ci sono più incidenti. Com'è possibile che al pronto soccorso il SABATO e la DOMENICA questi reparti siano chiusi? Che senso ha? Perchè fanno perdere tempo alle persone che si rivolgono lì, e fanno pure la fila, per sentirsi dire che devono correre in un'altra struttura, in un'altra città e fare un'altra fila? Il mio caso, se pur doloroso, era sicuramente nulla di grave: ma se investivano un giovane col motorino?

La risposta me l'ha data mia sorella, che è del campo, e ne ha persino avuto esperienza sulla sua pelle: "PUOI FETERE" (lei lo ha detto in termini più eleganti, ma il senso è questo Cheesy)


San Gennaro, aiutaci tu.

n0s icon_ko
« Ultima modifica: 06 Dicembre 2009, 13:52:53 da n0s » Loggato

semplicemente n0s
Ringrazio di cuore il mio amico Ratman per la firma dedicatami.

"inesistenze parventi sul palcoscenico d'una pantomima di cenere" G.Bufalino
galeot
Inadeguate
Administrator
Star
*

Karma: 580
Offline Offline

Galleria utente
Sesso: Maschile
Nome: Gaetano Leotta
Posts: 5670


Vita e morte sono due facce della stessa medaglia


Guarda Profilo WWW
« Risposta #1 il: 06 Dicembre 2009, 14:04:11 »

che ne diresti di far uscire questa segnalazione fuori da Gullilibero e pubblicarla su Agitazioni?
Loggato

Chi non comprende il tuo silenzio
probabilmente
non capirà  nemmeno le tue parole
E. Hubbard


Che potere avrebbe l'Inferno se coloro che sono imprigionati non potessero sognare il Paradiso?
Neil Gaiman

n0s
The Bishop
Staff
Star
*

Karma: 71
Offline Offline

Galleria utente
Sesso: Maschile
Posts: 2046


Un aforisma benfatto sta tutto in otto parole.


Guarda Profilo
« Risposta #2 il: 06 Dicembre 2009, 16:46:36 »

ma guarda, tu che mi conosci sai che non mi va di stare al centro dell'attenzione o sollevare polveroni per questioni del genere. Però per quanto riguarda la testimonianza per a livello di denuncia sociale...certo.


n0s
Loggato

semplicemente n0s
Ringrazio di cuore il mio amico Ratman per la firma dedicatami.

"inesistenze parventi sul palcoscenico d'una pantomima di cenere" G.Bufalino
angelo
ubi maior, minor cessat
Star
*

Karma: 26
Offline Offline

Galleria utente
Sesso: Maschile
Nome: Angelo
Posts: 4523


ubi maior, minor cessat!


Guarda Profilo WWW
« Risposta #3 il: 06 Dicembre 2009, 18:34:42 »

una volta mi sono rotto il braccio sinistro. la persona incaricata di farmi l'operazione guarda le radiografie, e comincia a toccarmi il braccio DESTRO. dopo di che io faccio notare che il braccio fratturato era l'altro... la persona in questione, in notevole imbarazzo, dopo alcuni secondi di silenzio, dice: "Ah... ehm... sì, ovvio, l'avevo capito. stavo toccando l'altro braccio per vedere la conformazione delle ossa".
(avevo 11 anni... ma non l'ho bevuta! troppo palese l'imbarazzo che ha avuto! xD)
Loggato

Echoes
vox clamantis in deserto
Performer
Star
*

Karma: 397
Offline Offline

Galleria utente
Sesso: Maschile
Nome: Angelo
Posts: 1825


"Live Long and Prosper"


Guarda Profilo WWW
« Risposta #4 il: 07 Dicembre 2009, 12:48:03 »

Citazione
ma se investivano un giovane col motorino?

Guarda, a me è successo, e mi chiedo ancora come faccio ad essere vivo. La situazione è la stessa un pò in tutti i comuni, non solo ad Acireale. Io ho avuto l'incidente a Giarre, così sono stato portato al pronto soccorso comunale dove hanno tolto il vetro rimastomi conficcato (sono stato investito da un'auto) e mi hanno dato la bellezza di 55 punti come si farebbe ad una maglietta strappata, senza alcuna anestesia. Dopodichè vengo spedito all'ospedale di Acireale con un certo trauma cranico ed una probabile milza rotta. Ma all'ospedale di Acireale, indovinate un pò, non c'erano posti letto per un ricovero ne medici disponibili per un'immediata operazione, così mi dicono di andare al Cannizzaro.
Per fortuna non mi son rotto ne la milza ne altro, ma se così fosse stato avrei rischiato di morire. Questa è la sanità.
Loggato


Signature Made by Ratman©
Pagine: [1]   Vai Su
  Stampa  
 
Salta a:  

Powered by MySQL Powered by PHP Powered by SMF 1.1.21 | SMF © 2006, Simple Machines
Traduzione Italiana a cura di SMItalia

TinyPortal v0.9.8 © Bloc
XHTML 1.0 Valido! CSS Valido!