GulliLibero
  Home   Forum   Help Ricerca Calendario Utenti Staff Login Registrati   *
Pagine: 1 [2] 3 4 5   Vai Giů
  Stampa  
Autore Topic: Fabrizio De Andrč  (Letto 13111 volte)
0 Utenti e 1 Visitatore stanno guardando questo topic.
..:: Dioscuro ::..
I'm Not Okay
Administrator
Star
*

Karma: 390
Offline Offline

Galleria utente
Sesso: Maschile
Nome: φθονος θεών
Posts: 11376


+I don't belong here+


Guarda Profilo WWW
« Risposta #15 il: 28 Maggio 2006, 11:40:57 »

E' vero Suonatore, è incredibile come in una canzone di De Andrè ci si può perdere..
Loggato


"Quand'ero bambino giocavo sempre con la mia ombra;
mi piaceva muovermi al sole e vederla diventare piccola, grande;
poi perň mi sono reso conto che non mi avrebbe mai abbandonato,
neanche al buio."
real_gone
"Il Cavaliere del Secchio"
Star
*

Karma: 174
Offline Offline

Galleria utente
Sesso: Maschile
Posts: 1239


L'importante non č nascere, ma rinascere (Neruda)


Guarda Profilo
« Risposta #16 il: 06 Giugno 2006, 17:53:44 »

Aggiungo il mio contributo alla discussione postando questa splendida canzone tratta da Creuza de ma, canzone che dal testo davvero commovente, pura poesia firmata De Andrè/Fossati:

SIDUN

U mঠninin* u mà¦
u mà¦
lerfe grasse au su
d'amà« d'amà«

tà»mù duà§e benignu
de teu muaè
spremmà»u 'nta maccaia
de staà« de staà«

e oua grà»mmu de sangue ouà«ge
e denti de laete
e i euggi di surdatti chen arraggà«
cu'a sccià»mma a a bucca cacciuà©i de baà«

a scurrĂ ÂŻ a gente cumme selvaggin-a
finch'u sangue sarvaegu nu gh'à  smurtau a quà©
e doppu u feru in gua i feri d'ठprixàºn
e 'nte ferie a semensa velenusa d'ठdepurtaziàºn

perchè de nostru da a cianà»a a u meà¼
nu peua cià» cresce ni à¦rbu ni spica ni figgeà¼
ciao mঠ'nin l'eredà­taà«
l'è ascusa

'nte sta à§ittaà«
ch'a brà»xa ch'a brà»xa
inta seia che chin-a
e in stu gran ciaeu de feugu

pe a teu morte piccin-a.



* Ninin: Vezzeggiativo che sta per bambino.


 SIDONE

Il mio bambino il mio
il mio
labbra grasse al sole
di miele di miele

tumore dolce benigno
di tua madre
spremuto nell'afa umida
dell'estate dell'estate

e ora grumo di sangue orecchie
e denti di latte
e gli occhi dei soldati cani arrabbiati
con la schiuma alla bocca

cacciatori di agnelli
a inseguire la gente come selvaggina
finchà© il sangue selvatico
non gli ha spento la voglia

e dopo il ferro in gola i ferri della prigione
e nelle ferite il seme velenoso della deportazione
perchà© di nostro dalla pianura al modo
non possa più crescere albero nà© spiga nà© figlio

ciao bambino mio l'eredità 
è nascosta
in questa città 
che brucia che brucia

nella sera che scende
e in questa grande luce di fuoco
per la tua piccola morte.
Loggato


Abbiamo abrogato tutto fuorchč la libertŕ, tutto fuorchč la gioia Walt Whitman
Il posto delle fragole: il mio blog
QuintinoRocca
Bocca di Rosa
Star
*

Karma: 114
Offline Offline

Galleria utente
Sesso: Maschile
Posts: 4590



Guarda Profilo WWW
« Risposta #17 il: 06 Giugno 2006, 20:51:55 »

KHORAKHANE'
(a forza di essere vento)
Khorakhanè: tribù rom di provenienza serbo-montenegrina.

Il cuore rallenta la testa cammina
in quel pozzo di piscio e cemento
a quel campo strappato dal vento
a forza di essere vento

porto il nome di tutti i battesimi
ogni nome il sigillo di un lasciapassare
per un guado una terra una nuvola un canto
un diamante nascosto nel pane

per un solo dolcissimo umore del sangue
per la stessa ragione del viaggio viaggiare
Il cuore rallenta e la testa cammina
in un buio di giostre in disuso

qualche rom si è fermato italiano
come un rame a imbrunire su un muro
saper leggere il libro del mondo
con parole cangianti e nessuna scrittura

nei sentieri costretti in un palmo di mano
i segreti che fanno paura
finchè un uomo ti incontra e non si riconosce
e ogni terra si accende e si arrende la pace

i figli cadevano dal calendario
Yugoslavia Polonia Ungheria
i soldati prendevano tutti
e tutti buttavano via

e poi Mirka a San Giorgio di maggio
tra le fiamme dei fiori a ridere a bere
e un sollievo di lacrime a invadere gli occhi
e dagli occhi cadere

ora alzatevi spose bambine
che è venuto il tempo di andare
con le vene celesti dei polsi
anche oggi si va a caritare

e se questo vuol dire rubare
questo filo di pane tra miseria e sfortuna
allo specchio di questa kampina
ai miei occhi limpidi come un addio

lo può dire soltanto chi sa di raccogliere in bocca
il punto di vista di Dio

Cvava sero po tute
i kerava
jek sano ot mori
i taha jek jak kon kasta

Poserò la testa sulla tua spalla
e farò
un sogno di mare
e domani un fuoco di legna

vasu ti baro nebo
avi ker
kon ovla so mutavia
kon ovla

perchà© l'aria azzurra
diventi casa
chi sarà  a raccontare
chi sarà 

ovla kon ascovi
me gava palan ladi
me gava
palan bura ot croiuti

sarà  chi rimane
io seguirò questo migrare
seguirò
questa corrente di ali
Loggato

ricorda Signore questi servi disobbedienti
alle leggi del branco
non dimenticare il loro volto
che dopo tanto sbandare
č appena giusto che la fortuna li aiuti
come una svista
come un'anomalia
come una distrazione
come un dovere
real_gone
"Il Cavaliere del Secchio"
Star
*

Karma: 174
Offline Offline

Galleria utente
Sesso: Maschile
Posts: 1239


L'importante non č nascere, ma rinascere (Neruda)


Guarda Profilo
« Risposta #18 il: 08 Giugno 2006, 17:03:35 »

Citato da: il sottoscritto
Aggiungo il mio contributo alla discussione postando questa splendida canzone tratta da Creuza de ma, canzone che dal testo davvero commovente, pura poesia firmata De Andrè/Fossati:

SIDUN


Errata corrige: la canzone Sidun è cofirmata da De Andrà© e dal grande Mauro Pagani, non da Fossati - il quale ha collaborato con Faber per Anime Salve.

r.g.
Loggato


Abbiamo abrogato tutto fuorchč la libertŕ, tutto fuorchč la gioia Walt Whitman
Il posto delle fragole: il mio blog
..:: Dioscuro ::..
I'm Not Okay
Administrator
Star
*

Karma: 390
Offline Offline

Galleria utente
Sesso: Maschile
Nome: φθονος θεών
Posts: 11376


+I don't belong here+


Guarda Profilo WWW
« Risposta #19 il: 13 Febbraio 2007, 18:37:06 »

Dori Ghezzi, moglie dello scomparso Fabrizio, ha annunciato di aver trovato dei nastri con canzoni inedite registrate da De Andrč in gioventů.
Canzoni popolari e non sue, comunque, tranne una.
Staremo a vedere!
Loggato


"Quand'ero bambino giocavo sempre con la mia ombra;
mi piaceva muovermi al sole e vederla diventare piccola, grande;
poi perň mi sono reso conto che non mi avrebbe mai abbandonato,
neanche al buio."
QuintinoRocca
Bocca di Rosa
Star
*

Karma: 114
Offline Offline

Galleria utente
Sesso: Maschile
Posts: 4590



Guarda Profilo WWW
« Risposta #20 il: 14 Febbraio 2007, 16:23:53 »

Ho sentito e leto la notizia, sono curioso ed emozionato!
Loggato

ricorda Signore questi servi disobbedienti
alle leggi del branco
non dimenticare il loro volto
che dopo tanto sbandare
č appena giusto che la fortuna li aiuti
come una svista
come un'anomalia
come una distrazione
come un dovere
QuintinoRocca
Bocca di Rosa
Star
*

Karma: 114
Offline Offline

Galleria utente
Sesso: Maschile
Posts: 4590



Guarda Profilo WWW
« Risposta #21 il: 22 Maggio 2007, 23:40:16 »

Non riesco ad immaginare la mia vita senza Fabrizio De Andrč. Ultimamente mi sono aperto a diversi tipi di musica, a diversi tipi di cantanti, a diversi tipi di gruppi...ma ogni tanto sento proprio l'esigenza di De Andrč e quando lo ascolto dopo tanto tempo che ho deciso di privarmi di quella sua voce, un nodo mi stringe alla gola e gli occhi si fanno lucidi! Grazie Fabrizio per essere esistito!
Loggato

ricorda Signore questi servi disobbedienti
alle leggi del branco
non dimenticare il loro volto
che dopo tanto sbandare
č appena giusto che la fortuna li aiuti
come una svista
come un'anomalia
come una distrazione
come un dovere
..:: Dioscuro ::..
I'm Not Okay
Administrator
Star
*

Karma: 390
Offline Offline

Galleria utente
Sesso: Maschile
Nome: φθονος θεών
Posts: 11376


+I don't belong here+


Guarda Profilo WWW
« Risposta #22 il: 21 Settembre 2007, 20:49:14 »

Fabrizio De Andrč continua incredibilmente a stupire!

Scoperto negli Usa l'unico vinile in cui Fabrizio aveva inciso "Tutti morimmo a stento" IN INGLESE, destinato al pubblico statunitense. Si pensava non fosse mai stato inciso.

http://tv.repubblica.it/home_page.php?playmode=player&cont_id=12805

Qui potete ascoltarlo.
Loggato


"Quand'ero bambino giocavo sempre con la mia ombra;
mi piaceva muovermi al sole e vederla diventare piccola, grande;
poi perň mi sono reso conto che non mi avrebbe mai abbandonato,
neanche al buio."
*Carmen*
Star
*

Karma: 115
Offline Offline

Galleria utente
Sesso: Femminile
Posts: 2012


Vivere non č possibile


Guarda Profilo
« Risposta #23 il: 21 Settembre 2007, 21:01:53 »

grazie per la segnalazione ! icon_wink adesso vado ad ascoltarlo, mi stupisce molto questa notizia
Loggato

Ragione e passione sono timone e vela della nostra anima navigante.
Kahlil Gibran
trilly
Spettatore
*

Karma: 1
Offline Offline

Galleria utente
Sesso: Femminile
Nome: trilly
Posts: 12



Guarda Profilo
« Risposta #24 il: 26 Settembre 2007, 20:19:34 »

Concordo perfettamente! La felicitŕ non si puň descrivere, bisogna viverla........
La fregatura č che ti accorgě che c'č stata anche per te, anche per poco, ma te ne accorgi sempre........dopo......purtroppo! icon_sigh
(sindrome leopardiana!!!)
Mi riferivo all'affermazione di "The Mente" sul fatto che Faber non ha mai scritto sulla felicitŕ!
« Ultima modifica: 26 Settembre 2007, 20:33:38 da trilly » Loggato

Tu sei il gabbiano, Jo, forte e selvatico, che vola alto sul mare ed č felice della sua solitudine.
trilly
Spettatore
*

Karma: 1
Offline Offline

Galleria utente
Sesso: Femminile
Nome: trilly
Posts: 12



Guarda Profilo
« Risposta #25 il: 26 Settembre 2007, 20:55:12 »

Cito testualmente:

Il mondo va verso l'autodistruzione, ed io [...] dico certe cose, faccio certe canzoni in cui "salvo" parecchia gente, i diseredati (chi si uccide, chi si droga, chi fa del male, ecc. ecc.), ma devo ammettere che questa mia posizione mira soprattutto a salvare me stesso: Insomma cerco di essere "buono" con gli altri perchč desidero la bontŕ degli altri nei miei confronti......
                               
 
                                                                                       Fabrizio De Andrč                                         
« Ultima modifica: 26 Settembre 2007, 20:56:47 da trilly » Loggato

Tu sei il gabbiano, Jo, forte e selvatico, che vola alto sul mare ed č felice della sua solitudine.
QuintinoRocca
Bocca di Rosa
Star
*

Karma: 114
Offline Offline

Galleria utente
Sesso: Maschile
Posts: 4590



Guarda Profilo WWW
« Risposta #26 il: 07 Novembre 2007, 00:19:30 »




Vagando per Youtube ho ritrovato questo...l'avevo giŕ visto io, non so voi...che ne pensate?
Loggato

ricorda Signore questi servi disobbedienti
alle leggi del branco
non dimenticare il loro volto
che dopo tanto sbandare
č appena giusto che la fortuna li aiuti
come una svista
come un'anomalia
come una distrazione
come un dovere
Lollo90
Controfigura
*

Karma: 15
Offline Offline

Galleria utente
Posts: 105


Guarda Profilo
« Risposta #27 il: 07 Novembre 2007, 20:01:36 »

" dai diamanti non nasce niente, dal letame nascon i fior "...  Avrei voluto nascere in tempo xpoter assistere ad un suo concerto..  icon_scuoti
Loggato
QuintinoRocca
Bocca di Rosa
Star
*

Karma: 114
Offline Offline

Galleria utente
Sesso: Maschile
Posts: 4590



Guarda Profilo WWW
« Risposta #28 il: 07 Novembre 2007, 20:36:27 »

" dai diamanti non nasce niente, dal letame nascon i fior "...  Avrei voluto nascere in tempo xpoter assistere ad un suo concerto..  icon_scuoti

Io almeno questo piacere l'ho avuto!
Loggato

ricorda Signore questi servi disobbedienti
alle leggi del branco
non dimenticare il loro volto
che dopo tanto sbandare
č appena giusto che la fortuna li aiuti
come una svista
come un'anomalia
come una distrazione
come un dovere
Kodachi
Attore
*

Karma: 49
Offline Offline

Galleria utente
Sesso: Femminile
Posts: 276



Guarda Profilo
« Risposta #29 il: 07 Novembre 2007, 20:55:44 »

Questa č una delle mie preferite..... icon_redface
Canzone Dell'amore Perduto


Ricordi sbocciavan le viole
con le nostre parole
"Non ci lasceremo mai, mai e poi mai",

vorrei dirti ora le stesse cose
ma come fan presto, amore, ad appassire le rose
cosě per noi

l'amore che strappa i capelli č perduto ormai,
non resta che qualche svogliata carezza
e un po' di tenerezza.

E quando ti troverai in mano
quei fiori appassiti al sole
di un aprile ormai lontano,
li rimpiangerai

ma sarŕ la prima che incontri per strada
che tu coprirai d'oro per un bacio mai dato,
per un amore nuovo.

E sarŕ la prima che incontri per strada
che tu coprirai d'oro per un bacio mai dato,
per un amore nuovo.

Loggato
Pagine: 1 [2] 3 4 5   Vai Su
  Stampa  
 
Salta a:  

Powered by MySQL Powered by PHP Powered by SMF 1.1.21 | SMF © 2006, Simple Machines
Traduzione Italiana a cura di SMItalia

TinyPortal v0.9.8 © Bloc
XHTML 1.0 Valido! CSS Valido!