Logo della pagina principale del sito Agi On Line

Conferenza - Dibattito “Referendum Assistito”

Conferenza-Dibattito

Il dossier informativo



Referendum "Assistito" - Pagina 8
TERZO QUESITO: Norme sulle finalità, sui diritti dei soggetti coinvolti e sui limiti all’accesso.
Questo quesito è stato proposto per l’autodeterminazione e la tutela della salute della donna, e propone tutte le abolizioni del quesito precedente, più quella del principio in base al quale nel ricorrere alle tecniche si assicurano i diritti di tutti, compreso il nascituro.

PERCHÉ VOTARE “SI”
Perché verranno eliminati tutti quei principi che antepongono i diritti del nascituro a quelli della madre, e al suo diritto all’autodeterminazione. Se una donna, dopo aver operato una scelta, decide di non voler impiantare un ovulo, per le più svariate ragioni, deve essere libera di farlo, e di decidere se impegnare o meno il “suo”corpo in una gravidanza. Proibire ad una donna di non impiantare un ovulo che ha deciso di non impiantare, significa costringerla ad un aborto successivo, doloroso dal punto di vista fisico ed emotivo, e sconveniente anche per l’embrione, che viene soppresso in uno stadio più maturo.

PERCHÉ VOTARE “NO”
Questo referendum non garantisce i diritti dell’embrione, che è un essere umano, in potenza, e in quanto tale ha il diritto alla vita. E non disconosce solo i diritti del nascituro, ma quelli di tutti i soggetti coinvolti.
Pagina Precedente
Pagina Successiva

Contatta il webmaster. Team per l'accessibilità ASIC.Supportaci